Il primo ministro della Libia, Fayez Al Sarraj, ha annunciato in tv che intende lasciare l’incarico, favorendo il processo di pacificazione nel martoriato Paese.

TRIPOLI – L’annuncio è avvenuto in diretta tv: Fayez Al Sarraj lascerà a breve l’incarico di premier della Libia, assunto nel dicembre del 2015. La decisione del Primo ministro del Governo di Accordo Nazionale era nell’aria da giorni e ha trovato conferma attraverso un video-messaggio alla Tv pubblica.

https://www.youtube.com/watch?v=JRJqtBURKDI

Al Sarraj: “Mi dimetto entro fine ottobre”

Dichiaro il mio desiderio sincero di cedere le mie responsabilità al prossimo esecutivo non più tardi della fine di ottobre“, ha detto. Una data scelta, secondo gli osservatori, non a caso, visto che il mese prossimo a Ginevra sono previsti i negoziati per la formazione di un nuovo governo che rimpiazzi quello attuale riconosciuto dall’Onu.
Spero – ha aggiunto il leader del Governo di accordo nazionale, riconosciuto dalla comunità internazionale – che la commissione per il dialogo finisca il suo lavoro e scelga un consiglio presidenziale e un primo ministro“.

Favorire la pacificazione della Libia

L’obiettivo delle dimissioni di Al Sarraj sarebbe quello appunto di favorire la nascita di un nuovo esecutivo che rappresenti le diverse anime della Libia (Tripolitania, Cireanica e Fezzan), raggiungendo un’intesa che preveda una nuova composizione del Consiglio presidenziale per poi indire le elezioni.
D’altro canto, anche il generale Haftar sta in qualche modo lasciando la scena al presidente del parlamento insediato a Tobruk, nella sua Cirenaica, Aqila Saleh, che si è distinto con una proposta politica di unificazione delle istituzioni del Paese.

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
Al Sarraj dimissioni Haftar Libia

ultimo aggiornamento: 17-09-2020


Recovery fund, ecco il piano: giù le tasse, raddoppiare il Pil. I progetti del governo

La Lega ha presentato la mozione di sfiducia nei confronti della ministra Azzolina