Libia, attacco kamikaze alla sede del Ministero degli Esteri: tre morti

Libia, attacco kamikaze alla sede del Ministero degli Esteri in Libia: tre morti. Ancora da chiarire le dinamiche dell’attacco.

Natale di sangue in Libia, dove un commando di uomini ha attaccato la sede del Ministero degli Esteri a Tripoli causando la morte di almeno tre persone. Nel corso dell’attacco sarebbero rimaste ferite anche cinque persone. Non si hanno al momento informazioni dettagliate sulla dinamica dell’attacco, sulla sorte degli attentatori e sulle possibili rivendicazioni.

Libia, attacco kamikaze alla sede del Ministero degli Esteri

Stando alle prime informazioni fornite dai media, in pochi minuti si sarebbero verificate una forte esplosione e poi diversi colpi di arma da fuoco. Testimoni oculari hanno affermato di aver visto una densa colonna di fumo alzarsi dalla sede del Ministero degli Esteri, dove è avvenuto l’attentato. Oltre alle tre vittime ci sarebbero anche cinque persone rimaste ferite nel corso dell’attacco. Di queste non si conoscono ancora le condizioni.

Le dinamiche dell’attacco: il kamikaze sarebbe riuscito a farsi esplodere all’interno dell’edificio

Non si hanno ancora informazioni precise sulla dinamica dell’attentato né sul numero di persone che hanno condotto l’attacco contro la sede del ministero. Stando ad alcune indiscrezioni emerse, sembra che si sia trattato di un vero e proprio attacco condotto da numerosi terroristi armati. Il kamikaze sarebbe riuscito comunque a farsi esplodere all’interno dell’edificio, forse al secondo piano.

Nonostante l’impegno internazionale, la situazione in Libia resta particolarmente critica e complicata, con gli attentati che continuano a minare la stabilità del paese che vive un lungo periodo di crisi e incertezza.

ultimo aggiornamento: 25-12-2018

X