Saadi Gheddafi è stato rimesso in libertà per effetto di un ordine del tribunale. Il figlio dell’ex leader libico era in carcere dal 2014. Ora è diretto in Turchia.

TRIPOLI – “Saadi Gheddafi è stato scarcerato, in esecuzione di una decisione del tribunale” emessa diversi anni fa. Così ha riportato una fonte del ministero della Giustizia.

Saadi Gheddafi torna in libertà

Il figlio dell’ex leader della Libia era stato estradato dal Niger nel 2014 e sottoposto a processo per l’omicidio nel 2005 di un ex allenatore della squadra di calcio Al-Ittihad di Tripoli, Bachir Rayani. Nonostante quattro anni dopo fosse stato assolto dalla Corte d’Appello di Tripoli è rimasto in carcere nella capitale. Sul suo capo pendeva infatti anche l’accusa per il suo presunto coinvolgimento nella repressione della rivolta che ha posto fine al regime di suo padre Muammar nel 2011. Poche ore fa si è diffusa la notizia della scarcerazione.

Via dalla Libia, diretto in Turchia

Nell’agosto del 2015 venne diffuso un video in cui Saadi Gheddafi veniva torturato dalle milizie islamiche. Il 19 dicembre 2017 la famiglia denunciò di aver perso ogni contatto con lui, detenuto in isolamento senza la possibilità di vedere neanche il suo avvocato. Secondo la stampa locale, il 47enne avrebbe già lasciato la Libia su un volo diretto in Turchia.


Il Massacro di Monaco del 1972: 11 atleti israeliani trucidati da terroristi palestinesi

Israele, leader di al-Fatah evade da carcere. Era stato tra i protagonisti della seconda intifada