Segre, Monti e Napolitano (a distanza): i senatori a vita dalla parte del governo Pd-M5S

Liliana Segre, Mario Monti e Napolitano, i senatori a vita che hanno espresso il proprio sostegno al governo Pd-M5S.

Dalla giornata del 10 settembre Matteo Salvini ha allungato la lista dei suoi avversari che hanno preso posizione manifestando il proprio sostegno al Conte II. Sono i senatori a vita che hanno votato la fiducia al governo Pd-M5S. Tra questi spiccano i nomi di Liliana Segre e Mario Monti.

Liliana Segre vota la fiducia al governo Pd-M5S

La prima a prendere posizione sul nuovo esecutivo è stata Liliana Segre, che ha dato la sua benedizione al governo, visto come un salvagente gettato in un mare di odio alimentato dalla Lega. Anche solo per questo motivo merita il suo sostegno. E così è stato.

Mario Monti, poca coerenza ma bene la posizione sull’Europa

Tra i sostenitori del governo c’è anche il senatore a vita Mario Monti, che non ha risparmiato critiche ai giallorossi. Quello che manca alla squadra di governo è la coerenza, ma questa è un’osservazione quasi troppo banale alla luce delle offese che volavano in Aula solo un mese fa. Ma la posizione europeista ha spinto l’ex premier ha dire sì e dare la fiducia.

Inutile sottolineare come il leader della Lega abbia cavalcato proprio il nome di Monti per gettare fango sul nuovo esecutivo. Il Professore è sicuramente uno dei personaggi politici meno apprezzati dal popolo italiano, che in lui rivedono gl anni dell’austerità e le difficoltà della crisi economica. Insomma, il sostegno di Monti non è di quelli da mettere in copertina per accrescere i consensi.

Senato
Senato

Napolitano dice sì

Il terzo via libera a distanza è arrivato da Giorgio Napolitano. L’ex presidente della Repubblica, assente in Senato per motivi personali, ha voluto esprimere il suo sostegno al neonato governo nonostante le preoccupazioni per una situazione economica e politica instabile.

ultimo aggiornamento: 11-09-2019

X