Limiti neopatentati cilindrata, tutte le cose da sapere

Limiti neopatentati cilindrata: le informazioni aggiornate alla fine del 2016

chiudi

Caricamento Player...

Limiti neopatentati cilindrata: tutte le informazioni importanti da sapere, i dettagli aggiornati alla fine del 2016 e molto altro ancora.

I cambiamenti introdotti nel 2016

Nel corso del 2016 il Governo ha introdotto alcuni cambiamenti importanti nel Codice della Strada relativi ai neopatentati. Ha reso i limiti di potenza un po’ meno gravosi, rendendoli validi solo per i primi sei mesi dal conseguimento della patente, non dodici come in precedenza.

Fondamentalmente gli altri dettagli rimangono invariati come prima. In questa breve guida sviscereremo completamente l’argomento in modo da fugare tutti i dubbi.

La cilindrata non viene calcolata

L’informazione più importante a riguardo è che, ai fini dei limiti per neopatentati, la cilindrata non conta assolutamente niente. I limiti di potenza per i neopatentati vengono, nello specifico, calcolati in base al rapporto peso/potenza della vettura.

In poche parole, l’auto non può superare i 55 kW di potenza per ogni tonnellata (fa fede il peso a secco riportato dal costruttore). Ne consegue che, per ogni vettura, il limite è diverso in base al peso. La formula per calcolare la potenza massima ammessa è la seguente:

  • Pmassima = Peso della vettura in Kg * 55 kW / 1000

Tuttavia, c’è da considerare anche un’altra variabile. In qualsiasi circostanza, a prescindere dal rapporto peso/potenza, la potenza massima dell’auto non può mai superare i 70 kW, che ammontano grosso modo a 95 CV.

Fortunatamente la maggior parte dei costruttori offre a listino delle varianti opportunamente depotenziate delle vetture più accessibili in modo tale che siano adatte anche ai neopatentati.

Altre cose da tenere a mente

È opportuno ricordare che per i neopatentati ci sono altri limiti speciali di cui tenere conto. Per esempio, in autostrada per i primi tre anni dal conseguimento della patente non possono superare i 100 km all’ora. Inoltre, il limite di tasso alcolemico nel sangue è 0,2 grammi/litro.