La linea dell'Uefa sui campionati: calcio a luglio e agosto

Uefa: in campo a luglio e agosto. Ma il Belgio dice stop e assegna il titolo al Club Bruges

La linea della Uefa sui campionati: calcio a luglio e agosto. Il Belgio, però, dice stop e assegna il titolo al Club Bruges.

NYON (SVIZZERA) – La Uefa non molla e detta la linea da seguire alle singole leghe per cercare di concludere i campionati. In campo a luglio e agosto per provare a non finire in anticipo la stagione con l’anno 2020/2021 che potrebbe prendere il via dopo 15 giorni dalla finale di Champions.

Le ipotesi sono al vaglio dei vertici del calcio internazionale che nelle prossime settimane saranno chiamate a prendere una decisione definitiva. Da capire anche il comportamento delle Federazioni che non hanno intenzioni di sforare la deadline di luglio.

Le due ipotesi dell’Uefa

L’Uefa sta ragionando su due scenari. Il primo, in caso di finestre possibili, è quello di disputare in parallelo a giugno campionati e coppe europee con la conclusione a luglio di entrambe le competizioni. Questa sembra essere la soluzione migliore per non ritardare l’inizio della prossima stagione ma anche la più complicata da realizzare.

La seconda, invece, vede la possibilità di disputare i campionati tra giugno e luglio con agosto dedicato alle competizioni internazionali. In questo caso la stagione prossima dovrebbe prendere il via quindici giorni dopo la finale di Champions con l’inizio delle coppe europee il 21 ottobre. Date e ipotesi presunte ma in entrambi i casi l’Italia potrebbe sacrificare la Coppa per consentire alla Serie A di concludersi regolarmente.

Serie A
Serie A

Il Belgio non ci sta, pronto lo stop al campionato

Il piano dell’Uefa non convince il Belgio con la Lega che ha dichiarato il campionato finito e il titolo assegnato al Club Bruges. La ratifica di questa decisione dovrebbe avvenire il prossimo 15 aprile anche se sono in corso tutte le riflessioni per capire se continuare su questa strada o allinearsi all’idea dell’Uefa.

Scarica QUI la guida con tutte le precauzioni da prendere per limitare il contagio da coronavirus.

ultimo aggiornamento: 03-04-2020

X