L'invecchiamento del parco auto europeo: ecco come stanno le cose
Vai al contenuto

Direttore: Alessandro Plateroti

L’invecchiamento del parco auto europeo: ecco come stanno le cose

parcheggio auto

L’analisi approfondita sull’invecchiamento del parco auto in Europa e le implicazioni per il mercato e la mobilità sostenibile.

Il panorama automobilistico europeo offre uno spaccato interessante in termini di età media dei veicoli, un fattore che incide notevolmente sulle dinamiche di mercato e sulle politiche ambientali per il parco auto. Secondo l’ultima rilevazione dell’Acea del 2022, l’età media delle auto in Europa si attesta sui 12,3 anni, un dato che evidenzia una sostanziale stabilità rispetto al contesto italiano, anch’esso in linea con questa media.

Bonus 2024: tutte le agevolazioni

parcheggio auto
parcheggio auto

La diffusione delle auto elettriche

Nonostante un incremento dell’1% del numero totale di veicoli, che ora supera i 252 milioni, le auto elettriche rappresentano solo l’1,2% del totale, un dato sorprendentemente basso considerando che le vendite annuali di nuove auto a batteria raggiungono circa il 15% in Europa. Questo fenomeno sottolinea la lenta penetrazione dei veicoli elettrici nel tessuto automobilistico continentale, dove solo sei paesi dell’Unione Europea superano il 2% di auto elettriche circolanti, evidenziando un gap significativo rispetto alle aspettative legate alla transizione ecologica.

L’Italia si posiziona esattamente nella media europea con un’età media del parco auto di 12,5 anni, riflettendo una tendenza comune a molti stati membri. Interessante notare come mercati come quello greco ed estone si distinguano per avere le flotte più datate, con una media di età che sfiora i 17 anni, mentre il Lussemburgo si distingue per la flotta più giovane, con una media di 7,9 anni.

Un parco auto diversificato ma anziano

La composizione del parco auto europeo mostra una prevalenza di veicoli alimentati a benzina (44%) e diesel (42,1%), con l’Italia che segue questa tendenza ma si distingue per una quota significativa di auto a GPL (7,2%). Questi dati evidenziano come, nonostante l’impulso verso una mobilità più sostenibile, la strada verso un rinnovamento ecologico e tecnologico del parco auto sia ancora lunga e complessa.

Un altro dato interessante riguarda la densità veicolare: in Europa, ci sono in media 574 auto ogni 1.000 abitanti, con l’Italia che si posiziona al terzo posto con 681 veicoli ogni 1.000 abitanti. Questo indice di densità riflette non solo le abitudini di mobilità dei cittadini europei ma anche le sfide legate alla gestione del traffico e alla sostenibilità ambientale.

Il processo di rinnovamento del parco auto europeo appare dunque come un percorso lungo e sfidante. L’accento posto da Sigrid de Cries, direttore generale dell’Acea, sull’importanza di accelerare la sostituzione dei veicoli più vecchi con modelli più ecologici e sicuri, evidenzia la necessità di un impegno congiunto da parte di produttori, consumatori e istituzioni per favorire una transizione ecologica efficace.

Riproduzione riservata © 2024 - NM

ultimo aggiornamento: 17 Febbraio 2024 17:55

Renault e il futuro dell’automotive: strategie e innovazione per competere con la Cina

nl pixel