L'Italia domina nel tennis: Sinner guida, salgono Berrettini e Fognini
Vai al contenuto

Direttore: Alessandro Plateroti

L’Italia domina nel tennis: Sinner guida, salgono Berrettini e Fognini

Matteo Berrettini

Il rinnovato successo di Matteo Berrettini e la costante presenza di Jannik Sinner evidenziano una stagione d’oro per il tennis italiano.

Il tennis italiano vive un momento di splendore nel 2024, con una presenza sempre più marcata nella top-100 mondiale. Jannik Sinner, consolidato numero 2 del ranking ATP, guida un gruppo di nove italiani tra i migliori cento del mondo, un risultato che non solo sottolinea la qualità ma anche la profondità del talento italiano nel circuito internazionale.

Bonus 2024: tutte le agevolazioni

Jannik Sinner
Jannik Sinner

La rinascita di Matteo Berrettini

Dopo un periodo di assenza dalle luci della ribalta, Matteo Berrettini ha fatto un ritorno trionfale, balzando di 51 posizioni fino all’84° posto grazie alla sua vittoria a Marrakech. Questo balzo in avanti non è solo una testimonianza della sua resilienza e del suo impegno, ma segna anche un punto di svolta significativo nella sua carriera. Con pochi punti da difendere nella prossima stagione su erba, Berrettini ha tutte le carte in regola per continuare la sua ascesa e consolidare la sua posizione nella top-100.

Un altro protagonista di questa rinascita è Fabio Fognini, che attualmente occupa la 94ª posizione. Fognini, noto per la sua grinta e il suo talento, ha recentemente rinunciato alle qualificazioni di Montecarlo ma ha buone possibilità di guadagnare punti nei prossimi tornei, inclusi il Challenger di Oeiras e il Masters-1000 di Madrid. La sua esperienza e capacità di gioco su diverse superfici lo rendono un candidato ideale per ulteriori successi.

Le sfide per il futuro

Oltre a Sinner, Berrettini e Fognini, l’Italia vanta talenti come Lorenzo Musetti, attualmente 24°, che ha iniziato il suo percorso a Montecarlo con una vittoria convincente. Musetti si appresta a difendere importanti punti nei tornei su terra battuta, con l’obiettivo di mantenere la sua posizione nella top-30 mondiale.

Matteo Arnaldi e Lorenzo Sonego, rispettivamente 38° e 57° nel ranking, sono altri due esempi lampanti del dinamismo del tennis italiano. Entrambi hanno giocato un ruolo chiave nelle fasi finali della Coppa Davis, mostrando che l’Italia ha talento non solo in singolo ma anche in doppio.

Inoltre, giovani promettenti come Flavio Cobolli e Luciano Darderi, rispettivamente 63° e 64°, continuano a salire nel ranking, dimostrando che il futuro del tennis italiano è in buone mani. Con ogni torneo che passa, questi giovani atleti non solo guadagnano esperienza ma anche fiducia, pavimentando la strada per ulteriori successi internazionali.

Riproduzione riservata © 2024 - NM

ultimo aggiornamento: 8 Aprile 2024 15:42

Fenerbahce abbandona il campo: minaccia l’addio al campionato

nl pixel