Cresce l’indice Pmi manifatturiero: balzo in avanti della Germania, bene anche l’Italia. Buona la reazione delle Borse.

Buone notizie per l’Italia che vede crescere il suo indice Pmi manifatturiero. Parliamo del dato che segnala il livello di fiducia dei responsabili degli acquisti. In Italia il dato sale a quota 53,8 punti, con un balzello in avanti di 0,6 punti rispetto al mese di settembre.

L’indice Pmi manifatturiero in Italia e in Europa

I dati in questione sono quelli rilevati da Ihs Markit. Con i dati registrati nel mese do ottobre, l’Italia si gode il quarto mese di crescita consecutivo.

La situazione è positiva in tutta la zona Euro. Il dato cresce in Germania, dove si registra una crescita significativa che porta il dato a 58 punti, mentre resta stabile in Francia, un dato comunque positivo alla luce del particolare contesto storico segnato dall’emergenza coronavirus. I dati dei singoli Paesi si riflettono anche su quello europeo, con l’indice Pmi manifatturiero che arriva a 54,8 punti, stabilmente sopra la soglia critica dei cinquanta punti.

Soldi euro
Soldi euro

La reazione delle Borse

Le Borse europee hanno reagito in maniera positiva ai dati che confermano la ripresa dell’attività industriale in tutta l’Europa e rispondono in maniera positiva al balzo in avanti della Germania e al balzello dell’Italia.

Inevitabilmente le Borse risentono del rischio di un nuovo lockdown a livello europeo. A farne le spese sono soprattutto i petroliferi, che pagano lo spettro di una nuova chiusura che di fatto manda a picco il prezzo del petrolio.

Incertezza sulla gestione della crisi

È evidente che gli investitori non hanno fiducia nella gestione dell’emergenza da parte dei leader e dei governi europei, che in questi giorni in effetti sembrano disorientati di fronte alla seconda ondata che ha colpito con particolare forza proprio il Vecchio Continente.


Gualtieri: “Misure intermedie dolorose per evitare un nuovo lockdown”

Bonus bici, il 3 novembre il click day: come ottenerlo e chi ne ha diritto