Scossa di magnitudo 3 tra Marche e Umbria: torna la paura, nessun danno registrato a cose o persone

ITALIA –  Torna a tremare l’Italia, stavolta fortunatamente senza gravi danni su costruzioni e immobili. Discorso ovviamente diverso invece per quanto riguarda l’umore di una popolazione martorizzata dalle scosse sismiche e che denuncia l’abbandono da parte dello Stato, avvertito come sempre più distante con il trascorrere del tempo e la minore attenzione mediatica.

Nuove scosse tra Marche e Umbria

La nuova scossa di terremoto è stata avvertita questa mattina intorno alle ore 05.30 e ancora una volta ha colpito le zone tra Marche e Umbria. Con epicentro in provincia di Macerata (tra Monte Cavallo e Sellano), il sisma ha avuto ipocentro a 9 km di profondità e magnitudo 3. Tremori, boati e tanta paura, ma non si sono fortunatamente registrati danni a cose o persone. Dopo un periodo di relativa tranquillità, le scosse registrate nella giornata di oggi sono salite a cinque, tutte di lieve entità ma nessuna che non ricordi alla popolazione il dolore e il terrore vissuto solo pochi mesi fa.

Coronavirus, online la nuova autocertificazione

TAG:
italia marche primo piano terremoto Umbria

ultimo aggiornamento: 06-04-2017


Portogruaro, trovato migrante senza vita: morto per asfissia nel silos

G8 Genova, l’Italia patteggia a Strasburgo: 45 mila euro alle vittime di Bolzaneto