Banca d'Italia, lite tra Giovanni Tria e il Movimento Cinque Stelle

Retroscena di governo, Tria al M5s: Voi siete pazzi…

Banca d’Italia, il Movimento Cinque Stelle si oppone al rinnovo di Federico Signorini. Lo sfogo di Giovanni Tria contro i pentastellati: Voi siete pazzi…

Circola sulle principali testate giornalistiche un retroscena sullo scontro tra il ministro dell’Economia Giovanni Tria e il Movimento Cinque Stelle, con la tensione che sarebbe ormai palpabile.

Il Movimento Cinque Stelle si oppone al rinnovo di Federico Signorini alla Banca d’Italia, Tria: Voi siete pazzi…

La lite tra Tria e il Movimento Cinque Stelle si sarebbe verificata in occasione di uno degli ultimi vertici indetti dal premier Conte a Palazzo Chigi.

In occasione della riunione, l’ala pentastellata del governo si sarebbe opposta al rinnovo di Federico Signorini come vicedirettore generale della Banca d’Italia.

Di fronte all’opposizione del Movimento Cinque Stelle Tria avrebbe abbandonato la riunione dando dei pazzi ai pentastellati riaprendo una frattura apertasi in occasione della discussione sulla manovra.

Giovanni Tria
fonte foto https://twitter.com/Assolombarda

La mediazione di Giuseppe Conte tra Tria e il Movimento Cinque Stelle

Come di consueto, a svolgere il ruolo di mediatore sarebbe stato il premier Giuseppe Conte, il quale avrebbe ricordato alle parti in causa di essere parte del governo del cambiamento. La posizione del premier non avrebbe convinto però la Lega, con alcuni deputati che sarebbero ormai convinti dell’impossibilità di arrivare alla fine del mandato con un’allenza considerata instabile.

Lega e Movimento Cinque Stelle, governo a rischio

Con il trascorrere delle settimane aumentano i punti di contrasto tra Lega e Movimento Cinque Stelle. Il caso Tav è infatti solo uno dei dossier della discordia. Le parti sono divise infatti anche sul caso Diciotti così come non sarebbero perfettamente allineate sui tagli degli stipendi ai parlamentari, come sottolineato da Di Maio in occasione della campagna elettorale per le elezioni in Abruzzo.

ultimo aggiornamento: 09-02-2019

X