Euro 2020, i risultati di giovedì 17 giugno. Olanda e Belgio agli ottavi di finale. L’Ucraina batte la Macedonia del Nord.

ROMA – Euro 2020, i risultati di giovedì 17 giugno. Settima giornata di partite che si è aperta con il successo dell’Ucraina sulla Macedonia. Nelle altre due sfide Belgio e Olanda battono Danimarca e Austria e staccano il pass per gli ottavi di finale.

Euro 2020, i risultati di giovedì 17 giugno

Di seguito i risultati di Euro 2020 di giovedì 17 giugno, sfide valide per la seconda giornata della competizione continentale. (I GIRONI)

Ucraina-Macedonia del Nord 2-1
Danimarca-Belgio 1-2
Olanda-Austria 2-0

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non

Europei 2020
Europei 2020

Euro 2020, Olanda-Austria 2-0: Orange agli ottavi di finale

Olanda-Austria 2-0

Marcatori: 11′ rig. Depay, 66′ Dumfries

Olanda (3-5-2): Stekelenburg; de Vrij, de Ligt, Blind (65′ Akè); Dumfries, de Roon (74′ Gravenbech), Wijnaldum, de Jong F., van Aanohlt (65′ Wijndal); Weghorst (64′ Malen), Depay (82′ de Jong L.). All. de Boer

Austria (4-4-2): Bachmann; Lainer, Dragovic (84′ Lienhart), Hinteregger, Ulmer; Baumgartner (70′ Lazaro), Schlager (84′ Onisiwo), Laimer (62′ Grillitsch), Alaba; Sabitzer, Gregoritsch (62′ Kalajdzic). All. Foda

Arbitro: Sig. Orel Grinfeeld (Israele)

Note: Ammoniti: de Roon (O); Alaba, Lazaro (A). Angoli: 2-5 per l’Austria. Recupero: 1′ p.t.; 4′ s.t.

Dopo dieci minuti l’Olanda trova il vantaggio. Alaba ferma fallosamente Dumfries in area di rigore (tiro dagli undici metri dato con il Var). Dal dischetto Depay non sbaglia. Ancora il nuovo giocatore del Barcellona ad avere due occasione per il raddoppio. La seconda è la più clamorosa visto che da due passi non inquadra la porta. Poco dopo il tiro di Wijnaldum viene salvato quasi sulla linea.

Nella ripresa i ritmi sono più bassi fino al 60′ quando l’Olanda ha una doppia occasione per raddoppiare. Prima il portiere austriaco e poi la difesa salvano su de Vrij e de Ligt. Sei minuti dopo arriva il raddoppio. Malen scatta sul filo del fuorigioco e serve Dumfries. Per l’esterno è un gioco da ragazzi realizzare il 2-0. Nel finale l’Austria ci prova con Onisiwo e Alaba, ma il punteggio non cambia. Una vittoria che regala all’Olanda gli ottavi di finale.

Euro 2020, Danimarca-Belgio 1-2: Lukaku e compagni agli ottavi di finale

Danimarca-Belgio 1-2

Marcatori: 2′ Poulsen Y. (D), 54′ Hazard T. (B), 70′ de Bruyne (B)

Danimarca (3-4-1-2): Schmeichel; Christensen, Kjaer, Vestegaard (85′ Skov Olsen); Wass (62′ Stryger Larsen), Hobjerg, Delaney (73′ Jensen), Maehle; Damsgaard (73′ Cornelius); Poulsen Y. (62′ Norgaard), Braithwaite. All. Hjulamand

Belgio (3-4-3): Courtois; Alderweireld, Denayer, Vertonghen; Meunier, Dendocker (59′ Witsel), Tielemans, Hazard T.; Mertens (46′ de Bruyne), Lukaku R., Carrasco Y. (59′ Hazard E.) All. Martinez R.

Arbitro: Sig. Bjorn Kuipers (Olanda)

Note: Ammoniti: Wass, Damsgaard, Jensen (D); Hazard T. (B). Angoli: 2-4 per il Belgio. Recupero: 1′ p.t.; 5′ s.t.

Pronti via e la Danimarca trova il vantaggio. I danesi recuperano palla e realizzano l’1-0 con Poulsen. Ancora la squadra di casa pericolosa. Courtois risponde presente su Maehle e Wass. Al 10′ il gioco si ferma per omaggiare Eriksen. La partita fino a fine primo tempo viene fata dalla Danimarca, ma Courtois non rischia nulla.

Ad inizio ripresa il Belgio trova il pareggio. Errore in disimpegno della squadra danese, Lukaku strappa sulla destra serve de Bruyne. Il talento del City trova Hazard che con un tap-in vincente firma l’1-1. Dopo il gol, il Belgio spinge e ribalta la partita. Azione magistrale della squadra di Martinez con il mancino di de Bruyne che batte sul primo palo Schmeichel. Reagisce subito la squadra di casa. Ma Courtois e la traversa negano la gioia del gol a Braithwaite. Ancora danesi pericolosi con Jensen, palla di poco fuori. Non succede più nulla. Il Belgio vince e vola agli ottavi di finale.

Euro 2020, Ucraina-Macedonia del Nord 2-1: primo successo degli ucraini

Ucraina-Macedonia del Nord 2-1

Marcatori: 28′ Yarmolenko (U), 34′ Yaremchuk (U), 57′ Alioski (M)

Ucraina (4-1-4-1): Buschchan; Karavaev, Zabarnyi, Matviyenko, Mykolenko; Stepanenko; Yarmolenko (70′ Tsygankov), Shaparenko (79′ Sydorchuk), Zinchenko, Malinovskyi (90′ Sobol); Yaremchuk (71′ Besiedin). All. Shevchenko

Macedonia del Nord (3-4-1-2): Dimitrievski; Ristovski S., Musliu, Velkovski (86′ Trickovski); Nikolov (46′ Trajkovski), Spirovski (46′ Churlinov), Ademi (86′ Ristovski M.), Alioski; Bardhi (77′ Avramovski); Elmas, Pandev. All. Angelovski

Arbitro: Sig. Fernando Andres Rapallini (Argentina)

Note: al 57′ Buschchan (U) para un calcio di rigore ad Alioski; all’84’ Dimitrievski (M) para un calcio di rigore a Malinovskyi (U). Ammoniti: Shaparenko (U); Velkovski, Avramovski (M). Angoli: 5-5. Recupero: 1′ p.t.; 4′ s.t.

La prima occasione è di marca ucraina. Malinovskyi impegna il portiere avversario. Ancora la squadra di Sheva pericolosa con Yarmolenko. Sul successivo calcio d’angolo il capitano da due passi realizza l’1-0. Passano sei minuti e arriva il raddoppio firmato da Yaremchuk su assist di Yarmolenko. L’ultima occasione prima dell’intervallo Karavaev, attento il portiere avversario.

Nella ripresa reagisce l’Ucraina con Ademi, si supera Buschchan. Dall’altra parte è Dimitrievski a rispondere presente sulla punizione di Malinovski. Reagisce la Macedonia, ma il portiere ucraino dice di no (con l’aiuto della traversa) a Trajkovski. Sulla respinta Karavaev ferma fallosamente Pandev. Buschchan si oppone a Alioski dagli undici metri, ma non può fare nulla sulla respinta. Reagisce subito l’Ucraina con Tsygankov, palla alta. Nel finale di tempo Malinovskyi dal dischetto si fa ipnotizzare da Dimitrievski. L’ultima chance è di Trajkovski, palla fuori. L’Ucraina vince e ritorna in lotta per la qualificazione.

TAG:
calcio news Europei

ultimo aggiornamento: 17-06-2021


L’Alessandria ritorna in Serie B dopo 46 anni

Chi era Giampiero Boniperti