Euro 2020, i risultati di sabato 19 giugno. La Germania ha battuto 4-2 il Portogallo. Pari, invece, per Francia e Spagna.

ROMA – Euro 2020, i risultati di sabato 19 giugno. Giornata aperta dal pari per 1-1 tra Ungheria e Francia. La Spagna non supera la Polonia, mentre la Germania batte 4-2 il Portogallo.

Euro 2020, i risultati di sabato 19 giugno

Di seguito i risultati di Euro 2020 di sabato 19 giugno, sfide valide per la seconda giornata della competizione continentale.

Ungheria-Francia 1-1
Portogallo-Germania 2-4
Spagna-Polonia 1-1

Euro 2020, Spagna-Polonia 1-1: Lewandowski risponde a Morata

Spagna-Polonia 1-1

Marcatori: 25′ Morata (S), 54′ Lewandowski (P)

Spagna (4-3-3): Simon; Llorente M., Laporte, Pau Torres, Jordi Alba; Koke (69′ Fabian Ruiz), Rodri, Pedri; Moreno (69′ Sarabia), Morata (87′ Oyarzabal), Dani Olmo (69′ Ferran Torres). All. Luis Enrique

Polonia (3-5-2): Szczesny; Bereszynski, Glik, Bednarek (85′ Dawidowski); Jozwiak, Klich (85′ Kozlowski), Moder (85′ Linetty), Zielinski, Puchacz; Lewandowski, Swiderski (68′ Frankowski). All. Paulo Sousa

Arbitro: Sig. Daniele Orsato di Schio

Note: Ammoniti: Pau Torres, Rodri (S); Klich, Moder, Jozwiak, Lewandowski (P). Angoli: 7-1 per la Spagna. Recupero: 1′ p.t.; 5′ s.t.

La Spagna dai primi minuti tiene in mano la partita e la sblocca al 26′ con la zampata di Morata. Gol dato con il consulto del Var. Reagisce subito la Polonia. Prima il palo nega la gioia a Swiderski e poi Lewandowsi da due passi colpisce Unai Simon.

Il match si accende nei primi minuti della ripresa. Cross di Jozwiak e colpo di testa vincente di Lewandowski. Dall’altra parte Moder fa fallo su Gerard Moreno ma lo stesso attaccante colpisce il palo da buona posizione. Nel finale di partita è la squadra iberica a spingere, ma il risultato non cambia.

Euro 2020, Portogallo-Germania 2-4: poker tedesco

Portogallo-Germania 2-4

Marcatori: 14′ C. Ronaldo (P), 35′ aut. Dias (G), 38′ aut. Guerreiro (G), 51′ Havertz (G), 60′ Gosens (G), 66′ Diogo Jota (P)

Portogallo (4-2-3-1): Rui Patricio; Semedo, Pepe, Ruben Dias, Guerreiro; Carvalho (59′ Rafa Silva), Danilo Pereira; Bernardo Silva (46′ Sanches R.), Bruno Fernandes (65′ Moutinho), Diogo Jota (84′ André Silva); Cristiano Ronaldo. All. Santos

Germania (3-4-3): Neuer; Ginter, Hummels (62′ Emre Can), Rudiger; Kimmich, Kroos, Gundogan (73′ Sule), Gosens (62′ Halstenberg); Muller, Gnabry (87′ Sané), Havertz (73′ Goretzka). All. Low

Arbitro: Sig. Anthony Taylor (Inghilterra)

Note: Ammoniti: Havertz, Ginter (G). Angoli: 6-3 per il Portogallo. Recupero: 3′ p.t.; 4′ s.t.

Portogallo-Germania è la partita più attesa del 19 giugno: stelle in campo, due squadre che cercano punti pesanti per strappare il pass per gli Ottavi di finale e tifosi sugli spalti che regalano un bel colpo d’occhio costruendo la cornice perfetta intorno all’incontro. La Germania parte fortissimo schiacciando il Portogallo nella propria metà campo. I tedeschi trovano anche il gol del vantaggio con Gosens, annullato per una posizione irregolare di Gnabry.

Dopo quattordici minuti di dominio della Germania il Portogallo passa in vantaggio con Cristiano Ronaldo. Contropiede perfetto, lancio lungo a sorprendere la difesa tedesca, Jota aggancia, appoggia al centro e deviazione sotto misura di Cr7 che a porta sguarnita segna il più facile dei gol.

La Germania abbassa i ritmi e fatica a trovare spazi contro un Portogallo decisamente rinvigorito. E al 35′ la Germania agguanta il pari. Cross dalla destra che taglia tutto il campo, Gosens calcia forte e mette in mezzo di prima intenzione trovando una deviazione di Dias che mette alle spalle del proprio portiere. Passano appena tre minuti e la Germania trova addirittura il gol del vantaggio. Ennesima corso di Gosens sulla sinistra, palla bassa per Muller che la mette in mezzo, serie di batti e ribatti, cross teso dalla destra e deviazione sfortunata di Guerreiro che ci mette il piede ma manda il pallone in fondo alla propria porta. Il finale di primo tempo è sostanzialmente un dominio della Germania che attacca a ritmi altissimi mettendo in difficoltà la retroguardia del Portogallo.

La Germania chiude i conti al 51′ con Havertz che mette a segno il terzo gol della Germania. I tedeschi prendono in mano le redini della gara e dilagano al sessantesimo con Gosens che realizza il quarto gol della Germania. Il Portogallo accusa il colpo ma accorcia le distanze al 66′ con Diogo J. Calcio di punizione dalla trequarti campo, Cristiano Ronaldo vola sul secondo palo e in spaccata rimette nel centro dell’area un pallone che sembrava perso, Diogo è tutto solo e dalla linea di porta deposita in fondo al sacco.

Il gol riaccende una partita che sembrava ormai finita. Al settantottesimo altro episodio chiave della gara: Renato Sanches raccoglie il pallone al limite dell’area di rigore della Germania e lascia partire una sassata che si stampa sul palo con Neuer immobile.

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non

Cristiano Ronaldo
Cristiano Ronaldo

Euro 2020, Ungheria-Francia 1-1: Griezmann risponde a Fiola

Ungheria-Francia 1-1

Marcatori: 45’+1 Fiola (U), 66′ Griezmann (F)

Ungheria (3-5-1-1): Gulacsi; Botka, Orban, Szalai; Nego, Kleinheisler (84′ Lovrencsics), Nagy, Schafer (75′ Cseri), Fiola; Sallai; Szalai (26′ Nikolics). All. Rossi

Francia (4-3-1-2): Lloris; Pavard, Varane, Kimpembe, Digne; Pogba (76′ Tolisso), Kanté, Rabiot (58′ Dembélé O., 87′ Lemar); Griezmann; Mbappé, Benzema (77′ Giroud). All. Deschamps

Arbitro: Sig. Michael Oliver (Inghilterra)

Note: Ammoniti: Botka (U); Pavard (F). Angoli: 1-3 per la Francia. Recupero: 5′ p.t.; 4′ s.t.

Dopo un avvio di partita difficile, la Francia prende in mano le redini del gioco e dalla metà del primo tempo mette in bella mostra tutto il repertorio sia per quanto riguarda il talento dei singoli che per quanto riguarda le capacità corali dell’organico. Alla mezz’ora grande occasione per la Francia con Mbappé che in area scarica per Benzema che da pochi metri deposita a lato. Al primo dei cinque minuti di recupero del primo tempo l’Ungheria passa in vantaggio con Fiola che trova una prateria sulla sinistra, entra in area di rigore e batte il portiere sul primo palo.

Quella del secondo tempo è una Francia decisamente arrembante che nei primi minuti sfiora il pari in almeno un paio di occasioni ma che lascia il fianco scoperto alle ripartenze degli avversari. Il risultato è una partita divertente, ricca di ribaltamenti di fronte. Nel momento migliore dell’Ungheria la Francia agguanta il pari: Mbappé si avventa su un rilancio lungo, entra in area di rigore dalla destra e mette al centro dove arriva Griezmann che apre il piattone dal limite dell’area piccola e mette in rete. Al minuto 81 buona occasione per la Francia con Mbappé che riceve sulla sinistra, conclusione da distanza ravvicinata potente ma poco angolata, respinge il portiere dell’Ungheria.

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non

TAG:
calcio news Europei primo piano

ultimo aggiornamento: 19-06-2021


Italia, perdere conviene (?) ma il biscotto non è contemplato

Chi è Gareth Bale