La Corte di Londra sul piccolo Alfie Evans: staccare i macchinari

Londra, i giudici: staccare i macchinari ad Alfie Evans, il bimbo di 21 mesi ricoverato nell’ospedale pediatrico di Liverpool.

LIVERPOOL – Nuovo caso destinato a far discutere in Inghilterra, dove la Corte di Londra ha autorizzato i medici a staccare i macchinari medici che tengono in vita Alfie Evans, il bambino di 21 mesi ricoverato all’ospedale pediatrico di Liverpool per una malattia neurologica degenerativa ancora non del tutto diagnosticata.

Come nel caso del piccolo Charlie, la decisione dei giudici va contro il volere dei genitori Tom Evans e Kate James, i quali avevano proposto di trasportare il bambino in Italia, all’Ospedale Bambino Gesù di Roma.

“Quiete e pace”

La proposta dei genitori di Alfie era stata bocciata dai medici e il caso è così finito in Tribunale. Il giudice Hayden ha affermato che il piccolo ha bisogno di “quiete e pace“, definendo inumana la decisione di tenerlo in vita.

Tom e Kate stanno ora valutando se fare ricorso contro il verdetto della Corte, consapevoli che mai come in questo caso forse il tempo è prezioso e scorre via troppo velocemente.

Il caso riporta ovviamente alla memoria la vicenda di Charlie Gard, nato con una malattia incurabile e morto pochi mesi fa dopo le tante battaglie combattute dai genitori contro i medici che avevano deciso di staccare i macchinari. La famiglia del piccolo Charlie era pronta a trasferirsi negli Stati Uniti per provare a curare il bambino, ma i problemi burocratici hanno avuto la meglio sulla vita ritardando il nulla osta per il trasferimento del piccolo Charlie nell’ospedale di un altro Stato.

ultimo aggiornamento: 21-02-2018

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X