Smog, è allarme al Nord: blocco alle auto diesel e tetto al riscaldamento

I livelli dello smog tornano a livelli record nel Nord Italia e da oggi scattano molte limitazioni in diversi comuni del Settentrione. Stop alle auto diesel fino a Euro 4 e riscaldamento non oltre i 19° interni.

chiudi

Caricamento Player...

ITALIA – Torna alto il livello di inquinamento nelle principali città del Nord Italia. E così, a causa dello smog, da oggi 26 dicembre scattano diversi provvedimenti in Pianura Padana per abbassare il livello delle polveri sottili. A Milano, Bergamo, Pavia e Venezia le auto diesel di categoria fino a Euro 4 non potranno circolare dalle 8.30 alle 18.30. Per quanto riguarda il riscaldamento delle abitazioni, il termostato non dovrà superare i 19° interni. A Milano è stato superato il limite dei 50 microgrammi per metro cubo delle polveri sottili pm10, come hanno segnalato le centraline Arpa, e quindi le misure resteranno in vigore fino a quando i valori non torneranno sotto la soglia d’allarme per almeno 48 ore consecutive. Stesse regole anche a Bergamo, come anche a Pavia, dove per sei giorni consecutivi, dal 19 al 24 dicembre, in città è stata superata la soglia dei 50 microgrammi per il pm10.

Italia al primo posto…

Secondo quanto presentato al Senato dalla Fondazione per lo sviluppo sostenibile, presieduta dall’ex ministro dell’Ambiente Edo Ronchi, l’Italia è il primo grande Paese europeo per numero di morti legati allo smog. I dati del 2013 dicono che nel Belpaese ci sono circa 91.000 morti premature all’anno per inquinamento atmosferico, contro gli 86.000 della Germania, i 54.000 della Francia, 50.000 nel Regno Unito e infine 30.000 in Spagna.