Lombardia, Cattaneo: la legislatura più produttiva è stata questa

400 provvedimenti e trentasei leggi, diminuisce il contenzioso

La legislatura corrente ha avuto una produttività “significativa” e ha varato “più provvedimenti di tutti gli ultimi anni”. Lo ha detto il presidente del Consiglio regionale lombardo Raffaele Cattaneo, che ha snocciolato i dati dell’attività del Pirellone per il 2016 nel corso della presentazione del rapporto annuale, in occasione dello scambio di auguri di Natale con i giornalisti.

L’Aula del Consiglio regionale ha approvato quest’anno 36 leggi, 103 mozioni, 23 risoluzioni, 13 atti amministrativi, 180 ordini del giorno. Tra le leggi più significative, la riforma dei servizi abitativi e il riordino del turismo, la riforma sociosanitaria, la legge sulla città metropolitana, il provvedimento contro il dissesto idrogeologico, la legge contro il commercio abusivo, la riforma delle politiche culturali, la legge di tutela dei parchi e sulle pari opportunità nelle nomine e quella sull’incompatibilità e ineleggibilità dei consiglieri regionali.

“E’ una menzogna dire che questo Consiglio regionale non lavora”, ha detto Cattaneo, sottolineando che le attività dell’istituzione “non si misura solo nel fare tante leggi ma buone leggi e abrogare quelle vecchie”. Sono state infatti 62 le leggi abrogate nel corso della legislatura, di cui 22 quest’anno. In calo i contenziosi con lo Stato: in questa decima legislatura sono state impugnate 8 leggi al posto delle impugnate nell’ottava e delle 10 nella nona. Inoltre, è in aumento anche il numero di leggi di approvate frutto di iniziativa consiliare e cresce il numero di emendamenti approvati in Aula ad integrazione del lavoro delle Commisioni: oltre 300 quest’anno, il 22 per cento dei quali presentati dai gruppi di minoranza”.

Fonte: www.askanews.it