Giulio Gallera, assessore alla sanità della Lombardia, è nell’angolo dopo le ultime dichiarazioni. Al suo posto circola con forza il nome di Letizia Moratti.

MILANO – La Regione Lombardia vive ore di tensione. E l’epicentro della questione è Giulio Gallera, assessore alla sanità.

Lombardia, le dichiarazioni di Gallera

Il responsabile della salute della prima regione italiana, giustificando i ritardi nelle vaccinazioni, aveva dichiarato: “Abbiamo preparato un’agenda. Il 31 era l’ultimo giorno dell’anno, poi ci sarebbero stati tre giorni di festa. Abbiamo medici e infermieri che hanno 50 giorni di ferie arretrate. Non li faccio rientrare in servizio per un vaccino nei giorni di festa“.

La posizione della Lega

Dichiarazioni che non sono affatto piaciute allo stato maggiore del Carroccio che non ha solo preso le distanze da Gallera ma lo ha di fatto scaricato e sfiduciato. La Lega è il partito di maggioranza al Pirellone.

https://www.youtube.com/watch?v=yWhPCssT8ic&ab_channel=CorrieredellaSera

Letizia Moratti entra in Giunta?

Pertanto, alla Regione Lombardia c’è aria di rimpasto. Al posto di Gallera salgono le quotazioni dell’ex ministro Letizia Moratti, già sindaco di Milano dal 2007 al 2011. La 71enne ha lasciato nello scorso ottobre la presidenza di Ubi e è quindi libera da altri incarichi.

Oltre a quella di Gallera ci sono altre poltrone che traballano. Tra i possibili nomi del rimpasto c’è quello dell’ex ministra della Famiglia Alessandra Locatelli, al posto di Silvia Piani, attuale assessora alla Famiglia. E quello di Antonio Rossi, sottosegretario ai Grandi Eventi ed ex assessore allo Sport, al posto dell’attuale assessora allo Sport Martina Cambiaghi.

Vaccino Covid, quando farlo, come prenotarsi e da chi saremo chiamati

TAG:
assessore alla sanità Giulio Gallera Letizia Moratti lombardia

ultimo aggiornamento: 06-01-2021


Dal 7 al 15 gennaio nella ‘zona rossa’ gli spostamenti sono consentiti solo nel proprio Comune

Renzi: “Abbiamo un problema politico con Conte”. Di Maio: “Abbiamo la responsabilità di andare avanti”