Zona Rossa, scontro tra la Lombardia e il Ministero della Salute. Fontana, “A Roma devono smetterla di calunniarci”.

Prosegue lo scontro tra il Ministero della Salute e la Regione Lombardia sull’istituzione della zona Rossa, con il Presidente Attilio Fontana che torna a chiedere il trasferimento in zona Arancione alla luce dei dati epidemiologici registrati dalla Cabina di Regia nella giornata del 22 gennaio.

La Lombardia è zona Rossa alla luce dell’ordinanza firmata dal Ministro della Salute Roberto Speranza alla luce dei dati del 15 gennaio, dati contestati dalla Lombardia in quanto definiti non veritieri. Il Presidente Attilio Fontana aveva presentato ricorso contro l’ordinanza del Ministero della Salute appellandosi al Tar.

L’indice rt, sostiene le Lombardia, “è in ritardo rispetto al contagio sia perché è calcolato sui sintomatici, i quali sviluppano i sintomi a distanza di giorni dalla data in cui sono entrati in contatto con il virus, sia perché, proprio non considerando il dato dei contagiati non sintomatici, non fa emergere le catene di trasmissione tra asintomatici che restano occulte“.

Roberto Speranza
Roberto Speranza

Scontro tra la Lombardia e il ministero della Salute sulla zona Rossa

La situazione sostanzialmente non ha avuto evoluzioni fino alla giornata del 22 gennaio, quando è stato presentato il nuovo monitoraggio della Cabina di Regia e la Lombardia è tornata a chiedere il passaggio in zona Rossa.

Stando a quanto riferito dall’Ansa, la Lombardia sarebbe nell’area a maggior rischio epidemiologico in base ai dati della settimana del 15 gennaio e che sarebbero poi stati modificati.

La Regione Lombardia aveva fatto sapere con una nota di aver inviato a Roma dati aggiuntivi per rafforzare la propria richiesta di passare in zona Arancione. Per le autorità regionali la zona Rossa non sarebbe giustificata dai dati epidemiologici registrati nella Regione. L’ultimo monitoraggio in effetti vede l’indice Rt della Lombardia a 0,82, quindi ben al di sotto la soglia della zona rossa, fissata ad 1,25. Il nodo è legato al fatto che per l’ordinanza la zona rossa deve essere istituita per due settimane. Quindi non si potrebbe procedere con il passaggio in una zona a minor rischio dopo soli sette giorni.

Attilio Fontana
Attilio Fontana

Fontana, “A Roma devono smetterla di calunniare la Lombardia”

La Lombardia deve essere collocata in zona arancione […]. Abbiamo sempre fornito informazioni corrette. A Roma devono smetterla di calunniare la Lombardia per coprire le proprie mancanze“, ha attaccato il Presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana.

Di seguito il post condiviso da Attilio Fontana sulla propria pagina Facebook.

TAG:
primo piano

ultimo aggiornamento: 22-01-2021


Gli Stati Uniti rientrano nell’accordo di Parigi: cosa è e come funziona

Emanuele Filiberto, “Chiedo scusa a voi fratelli Ebrei. Condanno le leggi razziali”