L’Isis rivendica l’attentato di Londra, diramate le foto dell’attentore

26/03. Secondo quanto riferito dagli uomini della polizia inglese, Masood avrebbe agito da solo. Restano da chiarire le motivazioni che avrebbero spinto l’uomo al folle gesto.

24/03. La polizia inglese ha diffuso una fotografia di Khalid Masood, l’attentatore di Londra. L’uomo, scuro di carnagione, è calvo e con la barba. Non si conosce la fonte da cui è stata presa l’immagine, probabilmente un documento dello stesso Masood.

Secondo quanto riferisce il Site, che cita l’Amaq News Agency, organo di propaganda dello Stato islamico, l’Isis ha rivendicato l’attacco compiuto ieri alla Westminister di Londra. L’attentatore, ucciso dagli agenti londinesi, era un “soldato del Califfato”.

Le indagini condotte dalla polizia inglese hanno evidenziato il legame dell’attentato con il terrorismo islamico. Le operazioni degli uomini della sicurezza hanno inoltre portato a otto arresti. “È una terribile violenza“. Questo il pensiero della regina Elisabetta diramato dalle stanze di da Buckingham Palace.

Nella notte la polizia inglese ha condotto un raid nella città di Birmingham, dove sarebbe stato noleggiato il SUV utilizzato per l’attentato.

Il messaggio del sindaco di Londra

Il mio cuore è con quelle persone che hanno perso i loro cari. Sono grato a tutti i londinesi, alla polizia e all’apparato di emergenza che hanno mostrato enorme coraggio in circostanze di eccezionale difficoltà. La nostra città rimane la più sicura del mondo, Londra è la città migliore del mondo e staremo uniti contro chi vuole farci del male e distruggere il nostro stile di vita. I londinesi non saranno mai piegati dal terrorismo“: questo il messaggio del sindaco Khan dopo l’attentato terroristico che ha sconvolto la città.

Londra. Attentato terroristico alla Westminister di Londra, dove un uomo, dopo aver disseminato il panico a bordo del suo fuoristrada, è sceso dal veicolo armato di coltello e ha accoltellato un agente di polizia. Secondo le prime ricostruzioni, l’uomo avrebbe tentato di fare irruzione sfondando i cancelli. Al momento sarebbe di dodici feriti il bilancio, mentre l’assalitore sarebbe stato ucciso. Sospesa la seduta ed evacuato il Parlamento.

È salito a quattro il numero delle vittime, tra cui un poliziotto e l’assalitore. Tra i feriti (venti al momento) anche una ragazza italiana originaria di Bologna. Secondo quanto riportato dall’emittente al Arabiya e da quella britannica Channel 4, sarebbe Trevor Brooks, noto come Abu Izzadeen, l’attentatore.

Immediata la condanna della premier britannica, Theresa May, che ha parlato di “un attentato terroristico disgustoso e odioso”.

L’Italia è vicina al popolo e al governo britannico di fronte all’attacco che ha colpito il cuore di Londra e delle sue istituzioni democratiche. Esprimo le condoglianze del governo italiano e le mie personali ai familiari delle vittime, e la vicinanza ai feriti. Italia e Regno Unito sono fianco a fianco nella condanna e nella ferma risposta contro ogni forma di terrorismo“. Questo il messaggio che il presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, ha rivolto alle vittime dell’attentato di Londra. Solidarietà al governo del Regno Unito anche da parte del presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, che secondo l’Ansa ha colloquiato via telefono con la May, e dalla cancelliera tedesca Angela Merkel, che ha sottolineato come “il terrorismo riguardi tutti”.

primo piano

ultimo aggiornamento: 26-03-2017


Obamacare, i Repubblicani non hanno i numeri e Trump ritira la legge sulla riforma sanitaria

Germania, elezioni: la Cdu della Merkel vince nella Saar, indietro l’Spd di Schulz