Lucas Hernandez rischia il carcere. Il fratello di Theo è stato condannato ad un anno per violenza di genere.

MADRID (SPAGNA) – Lucas Hernandez rischia il carcere. Il difensore del Bayern Monaco e fratello di Theo è stato condannato ad un anno da scontare in cella e il Tribunale di Madrid ha emesso nei suoi confronti un mandato di custodia cautelare in prigione.

Come riportato da La Gazzetta dello Sport, il francese è atteso nella capitale francese entro il 19 ottobre e ha dieci giorni di tempo per scegliere un centro penitenziario di sua scelta. Non sicuramente una buona notizia per lui e per il Bayern Monaco. Il club ha fatto sapere di non essere stato a conoscenza della vicenda fino allo scorso ottobre e non sono esclusi dei provvedimenti nei confronti del giocatore almeno fino a quando la vicenda non si è risolta.

Lucas Hernandez condannato, pronto il ricorso

Il giocatore francese, però, non ha nessuna intenzione di arrendersi e nelle prossime ore potrebbe presentare il ricorso e sarà il Tribunale provinciale a valutare la situazione e decidere se accettare oppure respingere e confermare la pena da scontare in carcere.

Si tratta di una vicenda seguita da vicino sia dalla Francia che dal Bayern Monaco per valutare meglio l’accaduto e magari prendere una decisione nei confronti del giocatore.

Green Pass obbligatorio, le regole dal 15 ottobre

Tribunale Corte Costituzionale
Tribunale

La ricostruzione della vicenda

Come riferito da La Gazzetta dello Sport, i fatti risalgono al febbraio 2017 quando Lucas giocava ancora nell’Atletico Madrid. Un litigio in strada tra i due e, secondo alcune testimonianze, il giocatore al culmine di questa discussione avrebbe picchiato l’ex moglie.

Una vicenda che si è conclusa con una condanna ad un anno per il calciatore da scontare, almeno per il tribunale di Madrid, in carcere. Sulla vicenda, però, ci sono ancora diverse cose da chiarire e lo stesso Hernandez spera di non finire in carcere.

calcio news

ultimo aggiornamento: 13-10-2021


Green Pass, in alcuni reparti mobili della Polizia il 30 per cento non è vaccinato

Dalla Juventus alla Ferrari, gli stipendi di Andrea Agnelli e John Elkann