Luciano Spalletti, la chiamata della Nazionale e il ‘no’ secco

Luciano Spalletti, la prima scelta per la panchina dell’Italia era lui. No secco e rotta su Ventura.

È sicuramente uno degli allentori più controversi della nostra Serie A TIM Luciano Spalletti, uno di quelli che discute e fa discutere, uno di quelli che, da buon toscano, non le manda a dire. Le sue interviste e le sue conferenza stampa sono spesso uno show, le sue dichiarazioni, anche quando di rito, quasi mai banali. Nella stagione 2016 2017 il tecnico toscano è stato grande protagonista del nostro calcio, spesso in prima pagina per il suo rapporto (conflittuale  o almeno indecifrabile) con Fancesco Totti. L’allenatore si è ritrovato al centro della bufera anche dopo le vittorie, e sì, perché Francesco per molti vale più di ogni altra cosa. A torto o a ragione ma è stato così sopratutto in quella che è stata la sua ultima stagione da calciatore.

Francesco Totti Roma

Il tentativo della Nazionale per Luciano Spalletti

Il suo addio dalla Roma sembrava già scritto a metà stagione più o meno, e lo aveva intuito anche la Federazione italiana, lesta a chiamare Luciano Spalletti proponendogli un futuro da Commissario Tecnico. Immediata la risposta del tecnico toscano: no grazie. Senza tentennamenti, nonostante tutto, nonostante Totti.

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 08-10-2017

Nicolò Olia

X