Luigi Di Maio blinda l’alleanza con il Pd: “M5s prima forza del governo, se siamo forti, compatti e coesi il governo è forte, compatto e coeso”.

Incassato il sostegno di Beppe Grillo, Luigi Di Maio blinda il governo assicurando che l’esecutivo andrà avanti fino al prossimo 2023.

Luigi Di Maio sul governo: “M5s è la prima forza politica in parlamento”

Nella speranza di aver superato o almeno ridimensionato la crisi interna al Movimento 5 Stelle, Luigi Di Maio ha accolto e rilanciato l’invito di Giuseppe Conte assicurando che il governo non cadrà.

“Se il M5s è forte e compatto, il governo è forte e compatto. Noi siamo la prima forza politica in Parlamento, di maggioranza e necessariamente abbiamo il dovere di essere forti, compatti e coesi perché in questo modo il governo è forte, compatto e coeso […]. Noi siamo aperti a tutte le forze civiche del territorio, questo è il nostro obiettivo”.

Luigi Di Maio
Luigi Di Maio

Elezioni regionali: “Come M5s siamo aperti a coalizioni con realtà civiche sul territorio”

Di Maio ha poi parlato delle elezioni regionali e delle strategia ce adotterà il Movimento 5 Stelle. Proprio le votazioni a livello locale rischiano di rappresentare un nodo critico difficile da sciogliere in quando M5s e Pd potrebbero ritrovarsi a correre da avversari. Uno scenario non proprio gradito a Zingaretti e Giuseppe Conte, al lavoro per compattare il fronte governativo.

“Se chiediamo ai cittadini di eleggere il loro governatore della Regione sono loro che decidono chi votare. Non è questione di strategie e di come fare la lista. Noi noi siamo aperti sui temi a tutti. Come M5s siamo aperti a coalizioni con realtà civiche sul territorio, questo è il nostro impianto dello statuto e del regolamento”.

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
evidenza luigi di maio movimento 5 stelle politica

ultimo aggiornamento: 25-11-2019


La Rackete ospite da Fazio, Salvini non apprezza: “Sulla televisione pubblica una signorina che ha speronato la Guardia di Finanza”

Salvini contestato a Rimini. Il leghista attacca la maggioranza: “Un governo tasse e manette”