Luigi Di Maio sulla manovra: “Nessuna multa per i Pos se prima le banche non abbassano le commissioni” E sul carcere: “Dovevamo dare un segnale”

Dopo il confronto con Giuseppe Conte e il vertice di maggioranza, Luigi Di Maio torna a parlare della manovra e lo fa con un post condiviso sulla propria pagina Facebook. Nel suo messaggio social il leader del Movimento 5 Stelle rivendica i successi dei pentastellati che sono riusciti a imporre modifiche alla struttura del Documento.

Luigi Di Maio
Luigi Di Maio

Terza dose Vaccino, a chi spetta prima e quanto dura.

Di Maio: “Sul carcere ai grandi evasori dovevamo dare un segnale culturale”

Il numero uno dei Cinque Stelle è intervenuto sulla propria pagina Fb con un video nel quale ha voluto fare il punto sui lavori sulla manovra dopo il vertice fiume nel quale non sarebbe mancato un confronto con gli alleati del Partito democratico.

“In questi giorni come M5s non abbiamo voluto fare polemica ma sul carcere ai grandi evasori c’era la questione di dare un segnale culturale: noi abbiamo sempre detto che l’evasione non si combatte vessando i piccoli. Il M5s non si poteva permettere di portare avanti misure, magari anche giuste, sui piccoli e poi rinunciare a perseguire i grandi intoccabili“.

Di Maio ha poi confermato la mancanza di un accordo sulle partite Iva assicurando però che la tassazione non subirà variazioni.

“Non ho ancora chiuso l’accordo sulle partite Iva ma vi dico che al 100 per cento resterà la tassazione al 15% fino a 65 mila euro: vi farò sapere come chiudiamo l’accordo”.

Di seguito il video di Luigi Di Maio

In diretta per raccontarvi i risultati ottenuti ieri su carcere ai grandi evasori, pos e molto altro. Noi non lasciamo mai soli i cittadini! Seguitemi!

Pubblicato da Luigi Di Maio su Martedì 22 ottobre 2019

Ligi Di Maio sulla manovra: “Nessuna multa per i Pos se prima le banche non abbassano le commissioni”

Prima del video in diretta, Luigi Di Maio era tornato a parlare della manovra con un post con il quale ha voluto sottolineare che non scatteranno multe per i Pos fino a quando le banche non rivedranno al ribasso le commissioni.

“Ieri grande risultato sulla manovra economica: nessuna multa per i Pos se prima le banche non abbassano drasticamente le commissioni; carcere ai grandi evasori e agli intoccabili che si credono potenti; leggo i vostri commenti sul regime forfettario e già vi assicuro che resterà al 15%, stiamo lavorando ai dettagli”, ha ribadito il leader del Movimento 5 Stelle in un post condiviso sulla propria pagina Facebook.

Riproduzione riservata © 2021 - NM

ultimo aggiornamento: 22-10-2019


Whirlpool, i sindacati: “Sciopero generale il 31 ottobre”

Cristiano Ronaldo? Guadagna più come influencer che come calciatore della Juve…