L’Inghilterra piange Martin Peters, uno dei campioni del mondo 1966, autore di un gol nella finale contro la Germania. Si è spento a Londra a 76 anni.

L’Inghilterra piange Martin Peters, uno degli eroi del Mondiale ’66, scomparso ieri a Londra a 76 anni dopo una lunga battaglia contro l’alzheimer.

Il gol nella finale del Mondiale

Peters, nato nel 1943 a Plaistow, è stato un centrocampista dai piedi buoni, molto prolifico in zona gol. Soprannominato The Ghost (il fantasma) per la sua capacità di sfuggire alle marcature avversarie, è stato tra i protagonisti della vittoria del Mondiale dell’Inghilterra: Peters, nella mitica finale di Wembley del 30 luglio 1966, segnò la rete del momentaneo 2 a 1 alla Germania Ovest, prima che la sfida si prolungasse ai supplementari.

https://www.youtube.com/watch?v=51x9EtFg0dI
https://www.youtube.com/watch?v=51x9EtFg0dI

Il ricordo di Hurst

Quel pomeriggio a Wembley, Geoff Hurst realizzò una tripletta nel 4 a 2 complessivo. “Oggi è una giornata molto triste per il calcio e per me personalmente. Martin Peters è stato uno dei più grandi di tutti i tempi e un mio caro amico e collega per oltre 50 anni. Un ‘collega’ di gol nella Coppa del Mondo e mio compagno per anni anche nel West Ham insieme a Bobby Moore. Rip vecchio amico“. Così l’ha salutato l’ex compagno via twitter.

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro


Serie A, Poker dell’Inter al Genoa, Torino-Spal 1-2. Udinese-Cagliari 2-1

Ladri a casa di Ansaldi, il giocatore del Torino posta un video su Instagram: “Dio perdonali”