Beppe Grillo a Roma. Il fondatore del M5s nella Capitale per fare il punto della situazione. Altri quattro senatori pronti a lasciare il partito.

ROMA – Beppe Grillo a Roma per calmare le tensioni all’interno del M5s. Il via libera alla manovra in Senato ha riaperto una nuova frattura nel partito grillino con quattro esponenti eletti a Palazzo Madama che hanno deciso di non votare la legge di bilancio. Tra i dissidenti anche Paragone con alcuni ‘colleghi’ di partito che lo hanno inviato a lasciare il MoVimento.

In serata, infatti, è previsto un nuovo incontro con i parlamentari sia del Senato che della Camera per cercare di fare il punto della situazione. Possibile la partecipazione anche di Di Maio che in questo momento si trova in Libia per una missione politica.

Beppe Grillo incontra Casaleggio jr.

Il primo incontro in questa lunga giornata è stato, però, con Casaleggio jr. Beppe Grillo all’Hotel Forum ha voluto vedere per primo uno dei fondatori per cercare di mettere fine alle tensioni che si sono verificate nelle ultime settimane all’interno del MoVimento.

Al termine del vertice il fondatore ha precisato: “Io non riesco a convincere nessuno. Una persona è liberissima di cambiare idea“. E sulle sardine precisa: “Bisogna tenerle d’occhio perché è un movimento salutare, una cosa interessante. Importante che non si facciano mettere il cappello da nessuno“. In serata incontro con i due gruppi parlamentari per cercare di calmare un po’ gli animi all’interno del partito.

Beppe Grillo
Beppe Grillo

Di Maio a rischio?

Il nome di Di Maio continua ad essere al centro del dibattito all’interno del M5s. Da tempo alcuni esponenti chiedono la ‘testa’ del leader anche se finora non c’è mai stato un reale passo indietro. In questi incontri potrebbe essere ribadito il bisogno di un nuovo capo politico per dare una svolta a questo movimento che sembra essere in ‘caduta libera’.

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
beppe grillo evidenza luigi di maio politica

ultimo aggiornamento: 17-12-2019


Renzi strizza l’occhio a Salvini, irritazione di Conte

Conte: “Il consenso di Salvini sta scemando. Il mio cuore batte a sinistra”