Macchine costose: quali sono i modelli dai prezzi più elevati

In Italia e nel mondo non mancano i produttori di macchine costose: da Ferrari a Bugatti, passando per Pagani e Rolls Royce.

L’automobile è un bene ormai largamente diffuso. La concorrenza settoriale è molto elevata, grazie alla presenza di un gran numero di marchi e Case costruttrici la cui offerta è in grado di soddisfare ogni genere di domanda ed esigenza da parte della clientela. Come in qualsiasi altro ambito, anche in quello automobilistico esistono prodotti extra lusso destinati ad una clientela tanto selezionata quanto ristretta, ossia le macchine costose.

Le macchine costose italiane: Ferrari e non solo

L’Italia vanta una tradizione notevole in fatto di auto di lusso. Il marchio che forse più di ogni altro lega il proprio nome e la propria storia alla produzione di modelli di lusso ad altissime prestazioni è la Ferrari. La Casa del Cavallino Rampante, infatti, offre a listino la LaFerrari, summa dello stato dell’arte del marchio di Maranello: prodotta tra il 2013 ed il 2016, questa coupé (proposta anche in versione spider) ibrida da oltre 1000 CV può essere acquistata alla cifra di 1 milione e 860mila euro. Tale cifra fa della LaFerrari il modello di ‘rossa’ stradale più costoso in assoluto, nettamente staccata dagli altri esemplari della gamma Ferrari, proposti a listino a prezzi che oscillano tra i 200mila ed i 300mila euro.

Altro marchio d’eccellenza italiana è Pagani. La Casa fondata da Horacio Pagani offre soltanto due modelli, la Huayra e la Zonda (quest’ultima prodotta in diverse versioni nel corso di una lunga carriera). La prima è acquistabile ad un prezzo di poco inferiore al milione e mezzo di euro mentre la seconda mentre la seconda presenta prezzi che vanno dai 300mila euro al milione per un esemplare di Zonda 5 (edizione limitata da soli 10 esemplari).

Restando in Italia, un altro marchio famoso a livello mondiale per i suoi modelli di auto costose è la Lamborghini. Pur senza raggiungere i prezzi di Ferrari e Pagani, la Casa del Toro ha a listino l’Urus, la Huracan e la Aventador, i cui prezzi vanno dai 200 ai 380mila euro. Per un esemplare di Lamborghini Centenario (soli 100 esemplari prodotti), però, è necessario sborsare ben 2 milioni di euro. Il record spetta comunque alla rarissima Veneno: i 9 esemplari esistenti sono costati, ai facoltosi proprietari, circa 3.3 milioni di euro.

Meno nota al grande pubblico è la Vulcano Titanium, prodotta dalla Icona (uno studio di design con sede a Torino) che utilizza fondi cinesi; il modello in questione ha un prezzo di 2 milioni e mezzo di euro.

Macchine costose straniere dall’Europa e dagli USA

Tra le Case automobilistiche estere più competitive nel segmento ‘extra lusso’ va annoverata sicuramente la Bugatti. I modelli presenti nel listino del marchio francese – al netto di alcuni one-off come la ‘Divo’ – sono la Chyron e la Veyron, entrambe proposte in diversi allestimenti. Accomunate dalle prestazioni fuori dal comune, queste due sportive condividono anche i prezzi di listino esorbitanti: per una Bugatti Veyron serve circa un milione e mezzo di euro mentre la Chyron supera abbondantemente la soglia dei due milioni di euro (a luglio 2018 è stata presentata a Singapore la versione Sport da 2.65 milioni di euro), entrando di diritto nell’elenco delle macchine più costose al mondo 2018.

Bugatti
Fonte: https://pixabay.com/it/illustrations/bugatti-velocit%C3%A0-motore-veicoli-3974383/

Restando in Europa, non si può non menzionare la Rolls Royce, produttrice di auto di lusso per antonomasia. I prezzi di listino dei modelli della Casa di Goodwood oscillano tra i 275.000 euro necessari per acquistare una Ghost fino ai 475.000 euro ai quali è venduta la Phantom cabriolet. La concorrenza interna alla Gran Bretagna è rappresentata soprattutto da Bentley e Aston Martin; la prima propone, come modello più costoso di gamma, la Mulsanne (324.284 euro) mentre la Casa di Gaydon occupa un segmento di mercato similare con la DBS Superleggera (280.000 euro circa). Grazie collaborazione con la scuderia Red Bull, però, la AM potrà affiancare Ferrari e Bugatti tra i produttori di ‘hypercar‘ di lusso grazie alla Valkyrie che dovrebbe essere immessa sul mercato con un prezzo di quasi tre milioni di euro.

Anche la Svezia vanta un luxury brand nel settore delle automotive. Si tratta della Koenigsegg. Il primo modello di serie della Casa di Angelholm fu la Agera (2010), prodotta fino al 2017 e poi sostituita dalla Regera; quest’ultima – svelata al Salone dell’Auto di Ginevra del 2016 – è stata prodotta in 80 esemplari venduti ad un prezzo di listino di circa 1.7 milioni di euro. Nel 2014, la Koenigsegg ha realizzato anche una serie limitata di sei esemplari, la One:1, messa in vendita a 6 milioni di dollari.

Anche al di là dell’Atlantico, i modelli di auto costose non mancano di certo. Tra le macchine costose americane bisogna senza dubbio la Ford GT, autentica sportiva ad alte prestazioni prodotta e venduta dalla Casa dell’Ovale Blu a prezzi superiori al mezzo milione di euro.

Le macchine d’epoca più costose al mondo: Ferrari grande protagonista

Come quelle vendute al nuovo, anche le auto d’epoca possono raggiungere prezzi esorbitanti, per via di una serie di fattori diversi che vanno dalla rarità al valore storico del modello.

Al primo posto, incontrastata, si trova la Ferrari 250 GTO del 1963 venduta all’asta, nel 2013, per 52 milioni di euro. Il valore esorbitante del modello si deve in buona parte alla vittoria ottenuta al Tour de France; l’identità del compratore è rimasta sconosciuta. Il secondo gradino del podio è occupato da un’altra rossa, la Ferrari 250 GTO del 1962, per la quale sono stati sborsati poco più di 38 milioni di dollari nel 2014.

Due anni dopo, una Ferrari 335 Sport Scaglietti risalente al 1957 è stata venduta all’asta per 35.71 milioni di dollari, diventando la terza auto d’epoca di costosa di sempre. In questa speciale classifica, dominata dai modelli del Cavallino Rampante (per lo più risalenti agli anni Cinquanta e Sessanta) trova posto anche un’Alfa Romeo 8C 2900B Lungo Spider del 1936, acquistata ad un’asta del 2016 a quasi 20 milioni di dollari.

Risale agli anni Trenta anche la Bugatti d’epoca più costosa di sempre, una Type 57SC Atlantic Coupé del 1936 prodotta in soli quattro esemplari. L’ultimo è stato venduto all’asta nel 2010 ad un prezzo rimasto segreto ma che, con tutta probabilità, si aggira tra i 30 ed i 40 milioni di euro.

Nel novero delle auto d’epoca più pregiate al mondo rientrano, tra le altre, anche la Mercedes-Benz W196 del 1954, la Aston Martin DBR1 1956 e la Jaguar D-Type del 1955, tutte vendute all’asta per oltre 20 milioni di dollari.

Fonte foto in evidenza: https://pixabay.com/it/photos/lamborghini-brno-auto-da-corsa-593105/. Fonte foto interna: https://pixabay.com/it/illustrations/bugatti-velocit%C3%A0-motore-veicoli-3974383/

ultimo aggiornamento: 21-06-2019

X