Torino, maestra arrestata per maltrattamenti sui bambini

Nuovo arresto per maltrattamenti sui bambini. La Procura di Torino ha emesso il mandato di custodia cautelare ai domiciliari per una maestra.

TORINO – Non si fermano i casi di violenza sui bambini nelle scuole in Italia. L’ultimo episodio va registrato a Torino dove una maestra è stata sottoposta ad una misura cautelare ai domiciliari per aver maltrattato alcuni alunni. Secondo quanto scoperto dalle indagini, la docente avrebbe intimato i piccoli di non dire nulla a casa altrimenti ci sarebbero state “gravi conseguenze“.

Torino, arrestata una maestra per maltrattamenti sui bambini

Le indagini sono iniziate negli scorsi mesi dopo la denuncia da parte di alcuni genitori dei bambini. Questi hanno raccontato agli inquirenti il cambio d’umore da parte dei piccoli che avevano incubi, episodi di incontinenza notturna e soprattutto non volevano andare a scuola quando dovevano incontrare la maestra.

L’inchiesta ha portato alla conferma di questi episodi con la maestra che attualmente si trova in stato di fermo ai domiciliari in attesa del processo. La 45enne sarà ascoltata nelle prossime ore dal magistrato di turno che si occupa di questo caso per l’interrogatorio di garanzia.

Polizia di Stato
fonte foto https://www.facebook.com/poliziadistato.it/

Maestra arrestata a Torino, la testimonianza di un genitore

Ai microfoni dell’ANSA uno dei genitori dei bambini vittime di queste violenze ha raccontato cosa succedeva in quella scuola: “Per rimprovere i piccoli – spiega – la maestra era solita scagliare i portapenne o strapparli. A mia figlia è capitato di essere andato in un bagno molto sporco, uno dei pochi agibili, perché non voleva utilizzare il bagno turco. I nostri figli erano spaventati e in due hanno dovuto cambiare scuola“.

Il padre dell’alunna spiega come l’episodio era già denunciato in passato: “Ad ottobre avevamo segnalato questi comportamenti ed una vice dirigente ci promise che la maestra avrebbe messo più piede nella classe dei nostri bambini. Ma a marzo con la scusa dell’organico corto è tornata“.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/poliziadistato.it

ultimo aggiornamento: 03-05-2019

X