Imola, maltrattamenti e insulti ai bambini: maestra ai domiciliari

Imola, maltrattamenti e insulti ai bambini: maestra ai domiciliari

Una maestra è finita agli arresti per maltrattamenti verso i propri alunni. Gli episodi si sono verificati in una scuola d’infanzia di Imola.

IMOLA (BOLOGNA) – Operazione dei carabinieri di Imola che hanno arrestato una maestra per maltrattamenti nei confronti degli alunni di una scuola d’infanzia. Secondo quanto scoperto dagli inquirenti, i piccoli dai 2 ai cinque anni venivano abusati verbalmente con insulti e minacce che – quando si trattava di bambini di colore – prendevano forma razzista.

La Procura di Bologna ha emesso un mandato di custodia cautelare ai domiciliari per l’insegnante che nei prossimi giorni sarà ascoltata dai magistrati per capire i motivi di questi gesti. La scuola a breve dovrebbe attuare le pratiche per il licenziamento.

Carabinieri
Carabinieri (fonte foto https://www.facebook.com/carabinieri.it/)

Imola, maestra arrestata per maltrattamenti e insulti

Per l’arresto sono stati fondamentali anche le intercettazioni ambientagli che gli inquirenti hanno fatto durante il periodo di indagine. Dagli audio – riportati da Sky TG24 – si sente come la maestra si rivolge agli alunni di colore in maniera razzista: “Perché lei non sta ferma, lei butta giù tutto. Anche quando mangia, fa il ballo dell’Africa, dell’Africa nera. Il ballo del qua qua“. Ma anche “Dal Marocco, dalla Tunisia, dall’Algeria, venite qui a fare delle idiozie”, o ancora “Se i tuoi genitori facevano un po’ di scuola erano molto più intelligenti, invece di trattarti così… ti riducono come una larva, che non hai voglia di niente. Solo disturbare la quite pubblica, fortuna che c’è la polizia! Al loro Paese“.

Intercettazioni che hanno fatto scattare immediatamente il fermo della donna. Gli inquirenti sono al lavoro per cercare di capire se le vicende prese in esame riguardano solamente gli ultimi tre anni oppure se già in precedenza la maestra faceva uso di questi metodi con i propri alunni. La fermata nelle prossime ore verrà ascoltata dai magistrati.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/pg/carabinieri.it

ultimo aggiornamento: 17-12-2018

X