Il volo Malaysia Airlines abbattuto sui cieli ucraini il 17 luglio 2014

17 luglio, la sciagura del volo della Malaysia Airlines abbattuto nel 2014

Il volo della Malaysia Airlines da Amsterdam a Kuala Lumpur viene abbattuto sui cieli dell’Ucraina il 17 luglio 2014. La responsabilità viene attribuita ai separatisti filorussi.

Il 17 luglio 2014 un volo della Malaysia Airlines viene abbattuto mentre sorvola i cieli dell’Ucraina. Tutti i 283 passeggeri e i 15 membri dell’equipaggio rimangono uccisi nell’incidente. Si è trattato del settimo incidente aereo più grave di sempre.

Il volo Malaysia Airlines 17

Il volo di linea, partito da Amsterdam, era diretto a Kuala Lumpur. Il boeing 777-200ER cessa i contatti con gli enti di controllo del traffico aereo a circa 50 km dal confine tra Ucraina e Russia, nei pressi dei villaggi di Hrabove, Rozsypne e Petropavlivka, nell’Oblast’ di Donec’k.

https://www.youtube.com/watch?v=q5xdMkRu9zQ

La responsabilità dei separatisti filorussi?

Appena appresa la notizia della sciagura del Malaysia Airlines 17, il governo ucraino accusò i separatisti filorussi, affermando che l’aereo era stato abbattuto da un missile terra-aria lanciato dagli stessi separatisti, i quali controllavano la zona in questione. Successivamente, Kiev puntò il dito direttamente contro Mosca.

Aereo colpito da un missile

Il 13 ottobre 2015 il Dutch Safety Board (193 vittime erano olandesi, ndr) presentava il rapporto definitivo sull’incidente concludendo che, sulla base delle indagini condotte sui rottami dell’aereo recuperati e tenendo conto dei sistemi di armamenti disponibili nell’area, a provocare il disastro dell’MH17 fu l’esplosione della testa di guerra tipo 9N314M di un missile terra-aria Buk lanciato da una postazione situata entro un’area di 320 chilometri quadrati nell’est dell’Ucraina.

ultimo aggiornamento: 17-07-2019

X