L’ex allenatore dell’Inter, Gigi Simoni, è stato colpito da un malore nella sua abitazione di San Piero a Grado. E’ in gravi condizioni.

PISA – Momenti di paura nel calcio per un malore che ha colpito Gigi Simone. L’ex allenatore dell’Inter è stato ricoverato a Pisa in gravi condizioni. I medici non hanno sciolto la prognosi e stanno monitorando costantemente la situazione. Vicino al tecnico 80enne ci sono i familiari che sperano di ricevere buone notizie nel giro di poche ore.

Malore per Gigi Simoni, è in gravi condizioni

Secondo quanto riportato dai media locali, Gigi Simoni si trovava nel proprio appartamento di San Piero a Grado (Pisa) quando è stato colpito da un malore. Immediata la chiamata ai soccorsi da parte dei familiari con il personale del 118 che lo ha stabilizzato sul posto e poi trasferito in codice rosso all’ospedale.

Le condizioni sono molto gravi ma al momento i medici preferiscono non sbilanciarsi. Il quadro clinico è costantemente monitorato dal personale del nosocomio che ancora non ha sciolto la prognosi. Diversi i messaggi di vicinanza espressi dal mondo del calcio visto che Gigi Simoni è una delle figure più importanti di questo mondo.

Malore per Gigi Simoni, l’ex tecnico dell’Inter aveva lasciato da poco il mondo del calcio

Una carriera dedicata al mondo del calcio per Simoni che è stato seduto su diverse panchine in Italia ma tante soddisfazioni sicuramente se l’è tolte con l’Inter. Negli ultimi tempi aveva ricoperto il ruolo di direttore tecnico del Gubbio, un incarico poi lasciato per godersi un po’ la famiglia e la vita privata.

Si trovava nel proprio appartamento del Pisano quando è stato colto da un malore. Le sue condizioni preoccupano con i medici che non hanno ancora sciolto la prognosi. Nelle prossime ore ci potrebbero essere delle importanti novità sulla salute di Simoni.

Di seguito il video con un’intervista a Gigi Simoni

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
calcio calcio news gigi simoni Inter primo piano

ultimo aggiornamento: 22-06-2019


Cutrone-Milan, sarà addio: via per almeno 25 milioni

Milan, vicino il rinnovo di Calabria