Maltempo in Sicilia, allagamenti e disagi nell’Agrigentino. A Catania crolla una parte di tetto del corridoio di un Liceo Scientifico.

Nuovo allarme per il maltempo in Sicilia, dove le forti precipitazioni che hanno interessato la zona dell’Agrigentino hanno causato smottamenti, allagamenti e crolli. Tra l’11 e il 12 novembre forti precipitazioni hanno interessato anche la zona di Catania.

Solo alla fine del mese di ottobre l’isola era stata interessata dal passaggio di un ciclone mediterraneo che ha lasciato una scia di danni.

Super Green Pass, tutte le regole per viaggiare a Natale

Nuova ondata di maltempo sulla Sicilia, precipitazioni e allagamenti nell’Agrigentino e a Catania

In questo mese di novembre la Sicilia si trova a dover fare nuovamente i conti con il vortice mediterraneo, accompagnato da precipitazioni intense e forti raffiche di vento. La nuova perturbazione sta interessando la zona di Agrigento.

La situazione è particolarmente critica a Sciacca, dove è esondato il torrente San Marco, che ha causato danni e disagi. Nelle ultime ore gli uomini della Protezione Civile e i vigili del fuoco sono stati impegnati in una serie di interventi per liberare le strade e per soccorrere persone rimaste intrappolate in strada.

Disagi anche a Catania, dove nella giornata del 10 novembre è avvenuto il crollo di una parte del tetto del corridoio di un liceo scientifico, il Boggio Lera. La sera dell’11 novembre un violento temporale si è abbattuto su Catania causando allagamenti in città.

Anche nella giornata del 12 novembre prosegue l’allerta meteo sull’isola.

Alluvione maltempo
Alluvione maltempo

L’appello del Prefetto

Non mettetevi in macchina e non uscite di casa, la condizione è di grande, grandissimo, rischio“, è l’appello lanciato dal Prefetto ai cittadini.

L’ondata di forte maltempo sta interessando la zona Nord della provincia. Ci sono importanti criticità a Sciacca, Menfi, Ribera e nei Comuni più piccoli del circondario. Ci sono situazioni emergenziali e si sta profilando l’evacuazione dei cittadini che hanno avuto dei danni o che sono a rischio. Più torrenti sono straripati e siamo veramente in allerta. Dalle informazioni in mio possesso, con buona probabilità, seppur stiamo parlando di condizioni meteo imprevedibili, questa ondata di maltempo si sta ulteriormente avvicinando all’Agrigentino dove dovrebbe giungere in nottata“, ha aggiunto il prefetto facendo il punto della situazione.

Il prefetto ha poi chiesto ai cittadini di non mettersi in macchina e di non uscire di casa.

Riproduzione riservata © 2021 - NM

ultimo aggiornamento: 12-11-2021


Cinema in lutto, è morto Gavan O’Herlihy

Rt a 1,21 e incidenza dei casi a 78: il monitoraggio Iss del 12 novembre