Vaccini Covid, la Regione Lazio senza AstraZeneca: se non arrivano le vaccinazioni saranno sospese.

Il Lazio potrebbe dover fermare la somministrazione del vaccino contro il Covid per mancanza di dosi a disposizione. Una cattiva notizia che arriva da una Regione che fino a questo momento si è mossa bene, ha vaccinato con un buon ritmo.

Vaccini, il Lazio rischia di dover sospendere le somministrazioni: mancano 122.000 dosi di AstraZeneca

L’allarme arriva dall’assessore alla Salute della Regione Lazio: “Se nelle prossime 24 ore non arrivano i 122 mila vaccini di AstraZeneca previsti siamo costretti nostro malgrado a sospendere le vaccinazioni. Mi auguro che tale sospensione venga scongiurata. Abbiamo messo in esercizio una macchina imponente che non deve fermarsi. Da ieri notte abbiamo aperto le prenotazioni anche per l’età 66 e 67 e sono già oltre 36 mila i prenotati. Abbiamo un milione di prenotazioni da qui a maggio. Servono i vaccini!

La campagna di vaccinazione nel Lazio sembra procedere nel migliore dei modi. Proprio nella giornata del 1 aprile la Regione ha aperto le prenotazioni per le persone nate nel 1954 e nel 1955. Non solo. È dalla fine del mese di marzo che nell’hub di Fiumicino sono iniziate le vaccinazioni anche di notte. Inoltre il Presidente Nicola Zingaretti ha comunicato del dal prossimo 20 aprile inizieranno le vaccinazioni in farmacia con Johnson & Johnson.

Vaccini
Vaccini

Problemi anche in Toscana e in Veneto

La Regione Lazio non è l’unica ad avere problemi legati alle dosi a disposizione. La Toscana ha rinviato le prenotazioni sempre per i ritardi nella fornitura di AstraZeneca mentre il Veneto ha dovuto sospendere la somministrazione dei vaccini contro il Covid. “Noi che al momento siamo primi per vaccinazioni, ne facciamo 35 mila al giorno, annunciamo che sospendiamo le vaccinazioni, a parte qualche richiamo. I vaccini non sono arrivati, quindi la macchina perfetta che abbiamo messo in piedi con modelli di accesso rapido, diretto, senza prenotazione in questo momento non riusciamo a garantirla, perché non abbiamo la materia prima. Ieri ci sono arrivati 83 mila dosi di Pfizer, considerando che facciamo 35mila vaccini al giorno, è chiaro che in un paio di giorni li esauriamo“, aveva comunicato il Presidente della Regione Veneto Luca Zaia.

Luca Zaia
Luca Zaia

Arrivano 500.000 dosi del vaccino Moderna

La buona notizia è che è stato avviato l’iter per la distribuzione delle 500.000 dosi del vaccino Moderna che sono arrivate all’aeroporto di Pratica di Mare nella serata del 31 marzo.

TAG:
coronavirus primo piano vaccino coronavirus

ultimo aggiornamento: 01-04-2021


La moglie del militare italiano arrestato per spionaggio: “Era disperato, tremila euro non bastavano”

Rovinate 15 milioni di dosi del vaccino Johnson and Johnson: errore umano nella preparazione