Il commissario tecnico Roberto Mancini, in conferenza stampa, ha presentato la seminifinale dell’Europeo Italia-Spagna

Il calcio d’inizio di Italia-Spagna, semifinale dell’Europeo 2020, si avvicina e il commissario tecnico azzurro, Roberto Mancini, ha così presentato la partita ai microfoni di Sky: “La Spagna ha nel proprio DNA la voglia di giocare palla a terra e con tanti tocchi, ce l’ha da sempre. Sia Italia che Spagna sono due squadre che giocano bene: sarà una partita divertente. Quello che mi intriga è che se vinciamo andiamo in finale, poi spero che giocheremo bene. Se è una finale anticipata? No, nelle altre due c’è l’Inghilterra che non ha subito gol e ha vinto tutte le partite, la Danimarca se l’è meritata”.

Mancini in conferenza stampa: “La Spagna è forte”

Poi, in conferenza stampa, Mancini ha parlato della differenze tra la partita con la Spagna e quella contro il Belgio: “Sarà una partita dura allo stesso modo, ma hanno un gioco differente. Ci saranno tante difficoltà, l’Austria era la prima a eliminazione diretta e sapevamo avremmo incontrato difficoltà. Allo stesso modo domani, la Spagna è forte nonostante ci sia stato il ricambio con i giovani”.

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non

Roberto Mancini
Roberto Mancini

Il ct ha parlato anche del rapporto con Gianluca Vialli: “Il nostro è un rapporto che continua da tempo, siamo quasi cresciuti assieme. Ma non siamo gli unici, il rapporto è stato splendido con tutti. Ascoltiamo Luca, perché inizia a essere anziano…”

Mancini ha poi parlato del fatto che sugli spalti non ci saranno molti tifosi italiani e spagnoli, ma molti inglesi e tifosi di altre nazionalità: “E’ ingiusto che non ci siano tifosi da Italia e Spagna. Però è chiaro sia meglio giocare davanti al pubblico che davanti a poche persone, è il bello dello sport. Però trovo ingiusto che non ci siano metà italiani e metà spagnoli”.

Mancini: “Immobile? Il più criticato spesso risolve il torneo”

Mancini ha poi parlato dei singoli giocatori, da Ciro Immobile a Giorgio Chiellini: “Immobile è la Scarpa d’Oro, è tra chi ha segnato di più negli ultimi anni. E in un Mondiale o in un Europeo il più criticato spesso risolve partita e torneo. Se Chiellini riuscirà a giocare tre gare di fila? Spero di sì, non dovesse farcela, ci sono Acerbi e Bastoni che sono in grande forma”.

Infine, Mancini ha rivolto un pensiero anche all’Italia del basket che ha conquistato il pass per l’Olimpiade: “Siamo tutti appassionati, l’abbiamo vista e abbiamo esultato con loro. Sono stati straordinari, non è facile vincere in casa dei serbi. E’ stata una gara memorabile e lo sarà per molti anni”.

TAG:
cacio news Europei

ultimo aggiornamento: 05-07-2021


Variante Delta, 60 tifosi inglesi hanno aggirato la quarantena

Luis Enrique: ‘Amo tutto dell’Italia. Rivincita per la gomitata di Tassotti? No’