Come funziona il mandato a riscuotere somme

Come funziona il mandato a riscuotere somme

Avete ricevuto un prestito e volete sapere come funziona il ritiro dei soldi? Volete sapere di più al riguardo del mandato a riscuotere somme? Qui ve lo spieghiamo

Il mandato a riscuotere somme è un contratto siglato tra un mandante è un istituto di credito. Questo da l’incarico di riscuotere i propri crediti a un mandatario. Questo tipo di contratto può essere siglato in un qualsiasi momento e obbliga il mandatario a corrispondere le somme incassate per conto del mandante.

CHI LO UTILIZZA?

Gli utilizzatori più frequenti del mandato a riscuotere somme sono gli istituti bancari, i quali tramite questo stipulano anche gli interessi del mandatario. Ma sempre nella prassi bancaria si trova anche il mandato irrevocabile all’incasso che viene firmato dal cliente della banca, in modo tale che possano essere prelevati i soldi direttamente dal conto corrente. Questo permette alla banca di tutelarsi anche da un conto in passivo, perché nel momento in cui dovessero arrivare dei soldi li preleverebbe immediatamente per riscuotere il proprio credito.

COME FUNZIONA IL MANDATO A RISCUOTERE SOMME?

Il mandato a riscuotere somme è lo strumento per tutelare chi ha effettuato un prestito in denaro, nel caso in cui questo non venga pagato con regolarità. Naturalmente, il mandato, entra in vigore nel momento in cui viene firmato e nel caso in cui il mandante fallisce, il mandato a riscuotere non termina, anzi. Questo passa in mano al curatore fallimentare, il quale deve fare in modo che il prestante riveda indietro i suoi soldi.
certificato_unicasim

ultimo aggiornamento: 08-02-2017

X