Manifestazione degli autisti Ncc a Roma: accerchiato un agente della Polizia di Roma Capitale, salvato dal linciaggio dai colleghi.

Ore di tensione a Roma, dove si sono radunati gli automobilisti NCC per protestare contro il governo, I manifestanti, radunatasi a piazza della Repubblica, sono arrivati nei pressi del Senato.

La protesta degli automobilisti Ncc a Roma

Gli NCC hanno deciso di protestare per la legge – che entrerà in vigore dal prossimo 1 gennaio 2019 – secondo cui la sede dell’impresa e il garage (o la rimessa) che devono essere situate nello stesso territorio in cui viene concordata e assegnata la licenza. Il provvedimento, stando ai vertici del servizio e agli automobilisti, rappresenterebbe un duro colpo i lavoratori NCC. Fallito il dialogo con il viceministro dei Trasporti Edoardo Rixi, gli automobilisti hanno deciso di manifestare il proprio disappunto con dimostrazioni di piazza.

Ncc Roma
Fonte foto: https://www.facebook.com/ncc.roma

Bruciate le bandiere del Movimento Cinque Stelle

Nel mirino dei manifestanti è finito il Movimento Cinque Stelle, accusato di aver girato le spalle alla categoria e ai lavoratori. Gli automobilisti hanno dato alle fiamme bandiere ed emblemi del MoVimento nella speranza di riuscire a riaprire il dialogo con l’ala pentastellata del governo, che in questi mesi ha perso la fiducia di centinaia di elettori dopo i cambi di rotta su Ilva e Grandi Opere.

Attimi di tensione durante la manifestazione degli Ncc

Nel corso della manifestazione un agente della Polizia di Roma Capitale sarebbe stato accerchiato da trenta manifestanti che avrebbero iniziato a offenderlo. Provvidenziale l’intervento dei colleghi delle Forze dell’Ordine che hanno evitato il linciaggio. I sindacati dei taxi hanno inoltre informato il Ministero dei Trasporti che alcuni autisti NCC avrebbero danneggiato alcuni taxi. I fatti si sarebbero verificati a Roma e a Milano.


Genova, il nuovo Ponte sarà ricostruito dalla cordata Salini-Fincantieri. Cimolai: “Nessun ricorso”

Roma, incendio allo Spallanzani: paziente morto carbonizzato