Dall’Australia alla Grecia passando per la Francia e l’Italia: manifestazioni contro il Green Pass e le restrizioni contro la diffusione del virus.

Da Parigi ad Atene passando per Roma, migliaia di persone sono scese in piazza negli ultimi giorni e nelle prossime ore per manifestare contro il Green Pass e più in generale contro le restrizioni anti-Covid. La situazione è particolarmente delicata in Francia, ma anche in Australia, dove si manifesta contro il lockdown, arrivano notizie di scontri tra polizia e manifestanti.

Manifestazioni contro il Green Pass, scontri a Parigi

Manifestazioni contro il Green Pass sono andate in scena in diverse città della Francia. Attimi di tensione si sono registrati a Parigi nel tardo pomeriggio di sabato. Nella zona degli Champs-Elysées, quando la manifestazione era ormai giunta al termine, un manipolo di persone ha lanciato proiettili di gomma contro la polizia, che ha risposto con lacrimogeni e cannoni ad acqua, riuscendo a disperdere la folla.

Violenti scontri ad Atene

Tensione e scontri anche a Atene dopo che il governo ha disposto la vaccinazione obbligatoria per alcune categorie. Anche in questo caso, per disperdere i manifestanti, la polizia ha sparato lacrimogeni e ha fatto ricorso ai cannoni ad acqua. Questo dopo che dalla folla era iniziato il lancio di molotov.

Green Pass, tutte le regole dal 1 settembre

Polizia manifestazione
Polizia manifestazione

Proteste in Australia

Migliaia di persone sono scese in piazza anche nelle principali città australiane per protestare contro il lockdown e le restrizioni decise dal governo per contenere la diffusione dei contagi.

Manifestazioni contro il Green Pass in Italia, tensione a Roma

Anche in Italia nella giornata di sabato 24 luglio sono andate in scena manifestazioni contro il Green Pass. A Roma ci sono stati disordini in piazza del Popolo, con la polizia intervenuta con i mezzi blindati. I manifestanti sono poi partiti in corteo e hanno raggiunto la sede della RAI.


25 luglio 2000, l’incidente del Concorde. Finisce l’era dell’aereo supersonico…

Stati Uniti, il serial killer Rodney Alcala muore in attesa dell’esecuzione. Avrebbe ucciso almeno 130 persone