Conte alla Camera: l’Unione europea deve superare il rigorismo miope che pretende di combattere l’instabilità con misure che la favoriscono.

Chiamato a riferire alla Camera, il presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha fatto il punto sui lavori sulla manovra. Da Bruxelles hanno fatto sapere di aspettarsi una risposta convincente da parte del governo italiano entro le prossime quarantotto ore, altrimenti si potrebbe procedere con l’iter per deficit eccessivo.

Giuseppe Conte alla Camera: “Siamo nel mezzo di un confronto che confidiamo leale e paritario”

Non andrò a Bruxelles con il libro dei sogni ma con lo spettro completo del progetto riformatore del governo: mi confronterò sui numeri consapevole che la manovra risponde a esigenze del Paese ma entro i vincoli europei”, ha dichiarato Giuseppe Conte alla Camera. “Siamo nel mezzo di un confronto serrato che confidiamo leale e paritario, nell’auspicio che si possa trovare punto di equilibrio e convergenza. Resto fiducioso del buon esito della trattativa“.

Giuseppe Conte
fonte foto https://twitter.com/Montecitorio

La manovra è espressione del voto degli italiani

Conte ha poi ricordato che nella manovra preparata e studiata dal governo ci sono i principi portanti dell’espressione del popolo italiano che ha votato Lega e Movimento Cinque Stelle anche per provvedimenti come Quota Cento e Reddito di Cittadinanza.

Occorre superare un rigorismo miope che pretende di combattere un’instabilità con misure che finiscono per favorirla. L’Europa deve perseguire un rapporto equilibrato tra riduzione e condivisione del rischio”, ha puntualizzato Conte.

Di seguito il video con la diretta dell’intervento del premier Giuseppe Conte alla Camera:

Coronavirus, online la nuova autocertificazione

TAG:
economia evidenza Giuseppe Conte politica

ultimo aggiornamento: 11-12-2018


Manovra, ultimatum dell’Ue all’Italia: 48 ore per cambiare

Fondi della Lega, il Movimento Cinque Stelle punta il dito contro Matteo Salvini