Manovra, le dichiarazioni di Moscovici sul deficit italiano

Manovra, Moscovici non si accontenta: sul deficit ancora non ci siamo

Manovra, Moscovici puntualizza: “L’abbassamento del deficit è un passo nella giusta direzione ma ancora non ci siamo, ci sono ancora dei passi da fare”.

Dopo le buone impressioni in seguito all’incontro tra Conte e i vertici dell’Ue, il Commissario Pierre Moscovici ha tenuto a precisare che gli accorgimenti presentati dal governo italiano sono un passo nella giusta direzione ma non bastano per soddisfare i criteri europei.

Manovra, Moscovici puntualizza: abbassamento del deficit è un passo nella giusta direzione ma non basta

È un passo nella giusta direzione, ma ancora non ci siamo, ci sono ancora dei passi da fare, forse da entrambe le parti“, ha fatto sapere Moscovici durante l’audizione al Senato francese. “È un dialogo costruttivo tra Commissione Ue e governo italiano, si spera che si concluda con successo nei prossimi giorni ma c’è ancora del lavoro da fare“, ha proseguito il Commissario europeo.

Pierre Moscovici
fonte foto https://www.facebook.com/pierre.moscovici/

I dubbi del premier Conte

Dall’Italia il premier Conte ha fatto sapere di essere soddisfatto per i passi in avanti fatti in occasione dell’ultimo incontro con Jucker ma di non essere ancora certo del buon esito delle trattative.

fonte foto https://twitter.com/Palazzo_Chigi

Il governo italiano resta scettico

I due vicepremier Salvini e Di Maio hanno fatto sapere di confidare nel lavoro di Conte e Tria, consapevoli delle richieste di Lega e Movimento Cinque Stelle. Proprio i due vicepremier hanno incontrato Conte dopo l’incontro del capo del governo con l’Unione europea. Nel corso della cena i tre si sono aggiornati sugli ultimi sviluppi. La sensazione è che la questione con l’Unione europea sia ancora preoccupantemente aperta.

ultimo aggiornamento: 13-12-2018

X