Mdp non partecipa alla votazione. 315 i voti favorevoli, 142 i contrari e cinque astenuti. Domani il voto finale sul provvedimento.

Buone notizie per il governo Gentiloni. La Camera ha confermato la fiducia sulla Manovra economica, come riportato dall’Ansa. Sono stati 315 i voti a favore, con 142 contrari e cinque astenuti. Domattina si terrà quindi il voto finale sul provvedimento, prima del passaggio all’esame del Senato. Non ha partecipato alla votazione sulla fiducia Mdp, il Movimento democratici e progressisti, che aveva già annunciato nel pomeriggio le proprie intenzioni all’Assemblea tramite il capogruppo Laforgia. La scelta è stata dettata dalla protesta per l’inserimento nella Manovra delle norme riguardanti i voucher.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Manovra, Mdp: “Non vogliamo essere corresponsabili

Chiara la posizione espressa dal capogruppo di Articolo 1: “Non saremo dentro questo passaggio perché non vogliamo essere corresponsabili. Noi abbiamo sempre dimostrato senso di responsabilità e continueremo a farlo. Dovete invece guardare a chi ha tirato dritto in barba a un referendum“. Con la decisione di non partecipare alla votazione la maggioranza rischia però di cadere in Senato. L’ago della dovrebbe diventare l’atteggiamento dei bersaniani.

Fi: “Il testo è diventato quello di una manovra omnibus

Anche Forza Italia ha votato in ‘no’ alla fiducia, come spiegato dalla deputata Milanato. Queste le parole riportate da Repubblica: “Questa ‘manovrina’ è stata presentata dal governo come un insieme di misure per raggiungere contemporaneamente due obiettivi: crescita economica e rispetto degli obiettivi di finanza pubblica. Dopo averla studiata attentamente, possiamo affermare che nel testo è entrato di tutto, tanto che la misura è diventata una delle classiche manovre ‘omnibus’ che speravamo, sinceramente, di esserci lasciati definitiamente alle spalle“.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 31-05-2017


Elezioni in autunno, il PD dice sì. Berlusconi e Alfano non ci stanno

Legge elettorale, Renzi: “Alfano? Non possiamo bloccare tutto per il veto dei ‘piccoli'”