Incontro tra Draghi e i partiti sulla manovra. Ad aprire il giro di vertici è stato il MoVimento 5 Stelle.

ROMA – Primo incontro tra Draghi e i partiti sulla manovra. Nella giornata di lunedì 29 novembre il premier italiano ha incontrato il M5s per cercare di blindare la legge di bilancio. I colloqui proseguiranno nei prossimi giorni e si concluderanno definitivamente mercoledì 1 dicembre.

Green Pass e Super Green Pass, tutte le regole dal 10 gennaio

M5s: “Riunione serena e proficua”

Subito dopo l’incontro, i pentastellati hanno rilasciato delle brevi dichiarazioni ai giornalisti presenti fuori da Palazzo Chigi. “La riunione è stata serena e proficua – ha ammesso Patuanelli citato dall’Ansa condividiamo i principi della legge di bilancio che utilizza gli spazi di crescita in modo espansivo per sostenere le nostre aziende e abbiamo segnalato alcuni aspetti migliorabili nel percorso parlamentare, come quello del Superbonus al 110% e il bonus edilizi. Abbiamo, inoltre, segnalato che il limite Isee sulle abitazioni monofamiliari è molto restrittivo e speriamo di superarlo. I controlli sono sicuramente da fare verso i furbetti ma bisogna dare certezze […]“.

E sul reddito di cittadinanza ha commentato: “Draghi è d’accordo con noi, la misura non si tocca. Noi come MoVimento siamo stati protagonisti delle correzioni introdotte nella manovra, ma ora non vogliamo ulteriori modifiche nel percorso parlamentare […]“.

Stefano Patuanelli
Roma 05/09/2019 – cerimonia della Campanella / foto Samantha Zucchi/Insidefoto/Image nella foto: Stefano Patuanelli

Lega e Forza Italia attesi a Palazzo Chigi

Gli incontri proseguiranno nella giornata di martedì 30 novembre con Lega, Partito Democratico e Forza Italia. Dal Carroccio hanno ribadito la necessità di “partecipare alla sperimentazione del Nucleare di quarta generazione utile e pulito anche perché come Paese ha bisogno di autosufficienza energetica. In questo incontro ribadiremo il nostro impegno per la riduzione delle bollette […]“.

E Tajani ha aggiunto: “Come FI chiederemo di aumentare la cifra di 8 miliardi destinati alla riduzione della pressione fiscale destinando a questa misura i soldi risparmiati dal reddito di cittadinanza attraverso dei controlli più stringenti“.

Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per seguire News Mondo su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 29-11-2021


Caso Juve, il Codacons chiede la retrocessione e la revoca degli Scudetti vinti negli ultimi anni

Cambio ai vertici di Twitter. Si dimette Jack Dorsey, Parag Agrawal il nuovo Ceo