Tira e molla con l’Ue, la manovra ha già bruciato un miliardo di euro

Manovra, in due mesi e mezzo l’Italia ha ‘bruciato’ un miliardo di euro. Dallo Stato alle famiglie, nello scontro con l’Europa ci hanno rimesso tutti.

Prosegue la trattativa del governo italiano con l’Unione europea per quanto riguarda la manovra. Conte, Salvini, Di Maio e Tria stanno sfruttando tutto il tempo a disposizione nella speranza di ottenere un compromesse buono senza incorrere nelle sanzioni dell’Ue. Il problema è che più passano i giorni più le casse italiane perdono a vuoto migliaia di euro.

Manovra, nello scontro governo-Ue l’Italia ha perso un miliardo di euro

Stando alle prime stime effettuate, questi due mesi di contrasto con l’Unione europea hanno mandato un fumo un miliardo di euro circa. Non si tratta di investimenti, ma di soldi persi, bruciati, come si dice in gergo.

Il nemico numero uno dell’economia italiana (ma non solo) resta lo spread, fortunatamente crollato dopo l’ultimo incontro tra Conte, Tria e Juncker.

rating_italia
PX_rating_italia

Spread alle stelle, pagano tutti

Il problema è che nei giorni e nelle settimane precedenti lo spread ha viaggiato su livelli altissimi, arrivando a quota 326 punti, numeri da capogiro che hanno portato a una consistente perdita economica.

L’aumento dello spread, dovuto anche ai toni duri adottati da Salvini e Di Maio, hanno condizionato inevitabilmente l’andamento delle aste e il debito pubblico italiano. Le ripercussioni, come ricordato dal ministro dell’Economia Tria, si sono fatte sentire anche sulle imprese e sulle famiglie, avviando un circolo vizioso dannoso e deleterio per le casse dello Stato.

PX spread
PX spread

Le ripercussioni sulle famiglie

L’ascesa vertiginosa dello spread, infatti, ha comportato un aumento dei tassi sui mutui. Sono ovviamente esclusi quelli già aperti visto che si parla di mutui a tasso fisso – quindi non modificabile – e quelli a tasso variabile, che non possono però subire modifiche al rialzo collegate allo spread. L’aumento riguarda quindi i mutui futuri. Le banche, per far fronte al calo degli attivi, hanno optato per un piano di ripiego che prevede proprio una stretta sui tassi sui mutui

ultimo aggiornamento: 13-12-2018

X