Manuel Locatelli imita Cristiano Ronaldo dopo la vittoria della sua Italia contro la Svizzera, di cui è stato il man of the match.

Manuel Locatelli imita Cristiano Ronaldo e sostituisce le bottigliette di Coca-Cola con una d’acqua in conferenza stampa. Il migliore in campo nella partita vinta ieri sera dagli Azzurri contro la Svizzera ha compiuto lo stesso gesto di CR7, intraprendendo una battaglia salutista, che al rinomata marchio USA è già costato un calo di 4 miliardi di dollari in borsa.

Manuel Locatelli prende spunto da Cristiano Ronaldo

La presa di posizione desta solo in parte clamore. Primo perché il fuoriclasse di Madeira aveva già “indicato la via”. Una mossa simile l’aveva peraltro compiuta Paul Pogba, nell’incontro con i giornalisti: il centrocampista francese ha deciso di spostare una bottiglia di birra, immancabilmente sponsor dei Campionati Europei, in ottemperanza alla propria fede musulmana, che proibisce l’assunzione di sostanze alcoliche. 

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non

Cristiano Ronaldo
Cristiano Ronaldo

Sarà ora interessante se il comportamento di Manuel Locatelli infliggerà un ulteriore danno alla Coca-Cola. Sicuramente l’effetto non sarà comparabile all’azione di Cristiano Ronaldo: la differenza di status lo assicura. Caso vuole che forse i due si ritroveranno a giocare nello stesso club. Anche se, a onor del vero, ci sono mille variabili di cui tener conto.

Intrighi di mercato

Innanzitutto, resta da scoprire quali siano i piani del lusitano: rimarrà alla Juve oppure cambierà maglia? Sul suo futuro imperano dubbi: Psg e Manchester United sono alla finestra. E poi nemmeno l’acquisto di Manuel Locatelli da parte della società di Andrea Agnelli è così scontato. Con la doppietta realizzata agli elvetici, il valore di mercato del classe ’98 aumenterà senz’altro e, chissà, magari qualche nuova pretendente tenterà di mettere la freccia sui bianconeri. 

TAG:
Europei

ultimo aggiornamento: 17-06-2021


L’esultanza di Locatelli: ecco perché fa la ‘T’ dopo i gol

Cristiano Ronaldo: fermato da un addetto alla sicurezza