Il centrocampista rossonero ha parlato in conferenza stampa dal ritiro dell’Under 21. Locatelli è tornato anche sulla vittoria del Milan sul Sassuolo. E su Bonucci…

Domani la Nazionale Under 21 sfiderà a Frosinone i pari età della Russia. Ieri, in conferenza stampa, il centrocampista rossonero Manuel Locatelli ha preso il microfono, affrontando diversi temi.

Le parole di Pochesci

Inevitabile il coinvolgimento dopo la sconfitta dell’Italia sul campo della Svezia e le dure parole espresse dall’allenatore della Ternana Pochesci: “Non entro nel merito, non sono un allenatore – ha premesso Locatelli – ma i giovani ci sono in Italia e vengono allenati bene. Basta dargli le opportunità. Oriundi? Chiunque si sente italiano deve giocare con la Nazionale…“.

Il capitano

Questa sera, dunque, a San Siro la Nazionale maggiore si gioca le ultime chance di andare al Mondiale di Russia. Dovrebbe essere del match anche Leonardo Bonucci, nonostante il colpo proibito subito all’andata: “E’ un leader, un lottatore, domani sarà in campo e noi saremo con loro a San Siro. Sarà dura, i tifosi ci spingeranno, ma in campo ci vanno i giocatori“.

Il Milan e il mister

Poi, Locatelli è passato a parlare del suo club: “Quando sono stato chiamato in causa ho dato sempre il massimo, nell’ultima partita il mister mi ha dato fiducia e sono contento. Era importante vincere con il Sassuolo perché dà fiducia. Cutrone? Siamo amici da una vita, siamo in camera insieme sia in Nazionale che al Milan. In campo ci troviamo a meraviglia. Siamo cresciuti insieme, arrivando fino a qui“.

Coronavirus, online la nuova autocertificazione

TAG:
ivm Locatelli milan Nazionale Under 21

ultimo aggiornamento: 13-11-2017


Qual. Mondiali 2018, le probabili formazioni di Italia-Svezia

Milan serve la svolta in mediana