Manutenzione filtro gpl

Manutenzione filtro GPL auto, tutto quello che c’è da sapere: cosa è, a cosa serve e come prendersene cura

chiudi

Caricamento Player...

Possiedi una vettura con impianto a gpl e da un pò di tempo ti sei reso conto che il motore non è più performante come quello di una volta? Senti strani rumori o avverti vibrazioni mentre sei alla guida? Oppure la tua auto presenta un calo di potenza o una risposta lenta in fase di accelerazione? Non preoccuparti, prima di recarti dal tuo meccanico di fiducia controllo il livello di pulizia del filtro che, se intasato, non consente il passaggio veloce del flusso gpl. Ecco una pratica e veloce guida su come ripulire il filtro gpl della tua vettura.

Manutenzione filtro gpl

Prima di tutto assicurati di avere a disposizione una chiave inglese da 13, dei guanti e una serie di additivi per il filtro che puoi tranquillamente acquistare presso la tua officina di fiducia. Si tratta di additivi pensati apposta per ripulire il filtro gpl della tua auto. Bene, prendiamo l’additivo e versiamolo nel bocchettone del serbatoio vuoto. Importante: la seguente operazione andrebbe eseguita ogni 30000 km in modo da ripulire sempre accuratamente il filtro gpl e presta attenzione ad utilizzare gli additivi sono quando il filtro è pulito o quando stai pensando di cambiarlo perchè in caso contrario potresti peggiorare la situazione andando ad intasare gli iniettori. Una volta terminato ritorna al vano posteriore e apri nuovamente la valvola gpl. Bene, ora puoi tranquillamente provare la tua auto.

Come svitarlo

Fatto questo passiamo alla pulizia manuale. Apriamo il vano motore e prestiamo attenzione a dove è posizionata l’elettrovalvola del GPL. In caso non dovessimo trovarla cerchiamo i tubi in rame e seguiamo il loro prolungamento. Per maggiore sicurezza consigliamo una volta aperto il vano posteriore dell’auto di chiudere l’uscita GPL dalla bombola. Una volta individuata l’elettrovalvola procediamo a svitare con la chiave girando verso sinistra il dado posto sotto il cestello dell’elettrovalvola. Una volta svitato estraiamo il fondello e troveremo un piccolo filtro cilindrico sporco di sostanze oleose e ferrose. Procediamo a pulirlo accuratamente con dell’acqua dopodiché asciughiamolo per bene. Una volta completata l’operazione di pulizia andiamo a rimontare il filtro. Nel caso in cui una volta rinvenuto il filtro le sue condizioni dovessero essere così terribili, è consigliabile la sostituzione andando a comprare il ricambio presso un’officina meccanica.