Marcello Dell’Utri resta in carcere: respinta la richiesta di sospensione della pena

Niente pensa sospesa per Marcello Dell’Utri. L’ex senatore di Forza Italia resta in carcere dove sta scontando una pena di 7 anni per concorso esterno in associazione mafiosa.

ROMA – Marcello Dell’Utri resta in carcere. Il Tribunale di Sorveglianza di Roma ha respinto la richiesta fatta dai suoi legali di sospensione della pena per motivi di salute. L’ex senatore di Forza Italia, malato da tempo di tumore, attualmente è detenuto nel carcere di Rebibbia, dove sta scontando una condanna a 7 anni per concorso esterno in associazione mafiosa.

Marcello Dell’Utri, respinta la richiesta di scarcerazione

I legali di Marcello Dell’Utri avevano presentato una richiesta di scarcerazione per effettuare presso la struttura ospedaliera Humanitas, di Milano, le cure a lui necessarie ma è stata respinta. Un no c’era già stato lo scorso 7 dicembre quando lo stesso tribunale aveva respinto l’uscita dal carcere nonostante gli stessi consulenti della procura si fossero espressi per l’incompatibilità tra le condizioni di salute di Dell’Utri e il suo stato di detenuto.

All’ex parlamentare di Forza Italia, già cardiopatico e diabetico, lo scorso luglio è stato diagnosticato un tumore alla prostata. La battaglia molto probabilmente non finirà qui con i legali di Dell’Utri che sono pronti al ricorso per cercare di ottenere la sospensione della pena.

ultimo aggiornamento: 06-02-2018

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X