Il 29 novembre 2010 moriva Mario Monicelli. Il grande regista aveva firmato alcuni dei più grandi successi della commedia all’italiana.

Era il 29 novembre 2010 quando Maro Monicelli decise di porre fine alla sua vita, all’età di 95 anni. Ormai minato da un cancro alla prostata in fase terminale, la sera verso le ore 21, l’ex grande regista si lancia nel vuoto dalla finestra della stanza che occupava nel reparto di urologia, al quinto piano dell’Ospedale San Giovanni Addolorata, dove era ricoverato.

Mario Monicelli, i grandi successi

Nato a Roma il 16 maggio 1915, Mario Monicelli è cresciuto nella Viareggio degli anni ’30, respirando l’aria delle spiagge alla moda, allora al centro di vivaci attività letterarie e artistiche. L’esordio nella regia professionale avviene nel 1949, in coppia con Steno con il film “Totò cerca casa”. Monicelli è stato uno dei più celebri registi italiani della sua epoca. Insieme a Dino Risi e Luigi Comencini, fu uno dei massimi esponenti della commedia all’italiana. I suoi maggiori successi sono stati I soliti ignoti, La grande guerra, L’armata Brancaleone e Amici miei.

https://www.youtube.com/watch?v=2FhnuNDV0Gs&ab_channel=assianoris

I riconoscimenti

Candidato per sei volte al Premio Oscar, (due volte per la migliore sceneggiatura originale, quattro volte per il miglior film straniero) nonché vincitore di numerosi premi cinematografici, nel 1991 ha ricevuto il Leone d’oro alla carriera alla Mostra del cinema di Venezia.

Vaccino Covid, quando farlo, come prenotarsi e da chi saremo chiamati

TAG:
29 novembre 2010 i soliti ignoti La grande guerra Mario Monicelli roma

ultimo aggiornamento: 29-11-2020


Umberto Veronesi, 95 anni fa nasceva l’uomo che ha dedicato la vita al contrasto delle malattie oncologiche

30 novembre 2018, muore George Bush, 41° presidente Usa