“Vi ringrazio per i sacrifici che state facendo che, certamente, sono di grande aiuto”: la lettera di Massimo Moratti ai dipendenti Saras.

L’ex Presidente dell’Inter Massimo Moratti si conferma un gran signore oltre che un grande imprenditore: ha fatto in poco tempo il giro della rete la sua decisione di donare un milione e mezzo ai dipendenti Saras, per alleviare almeno in parte il peso della cassa integrazione.

Green Pass obbligatorio, tutte le regole da rispettare

Moratti rinuncia al suo stipendio e dona un milione e mezzo ai dipendenti della Saras

Moratti ha donato il suo stipendio annuale (si parla di un milione e mezzo circa) ai dipendenti della raffineria Saras con sede a Sarroch, in Sardegna. L’ex Presidente dell’Inter ha deciso di intervenire per alleviare il peso della cassa integrazione che accompagna i lavoratori dall’inizio della pandemia.

Operai Industria
Operai Industria

La lettera di Massimo Moratti

Vi ringrazio per i sacrifici che state facendo che, certamente, sono di grande aiuto per il superamento di un periodo difficile. Mi permetto, per questo, di mettere a disposizione il mio emolumento annuo che almeno vi consentirà di alleviare, almeno in parte, il peso della cassa integrazione“, si legge nella lettera scritta da Massimo Moratti.

Massimo Moratti
Massimo Moratti

I soldi ai dipendenti

Dal punto di vista prettamente economico, tutti i dipendenti, esclusi i dirigenti, avranno 150 euro in più netti in busta paga a ottobre, novembre e dicembre. Una decisione che mostra e conferma tutto lo spessore di Massimo Moratti. In primo luogo come uomo.

Moratti cuore d’oro

Massimo Moratti nel corso della sua vita si è distinto per le sue attività di solidarietà. Il suo rapporto con Gino Strada è storia così come è storia il suo sostegno alla Comunità di San Patrignano.

ultimo aggiornamento: 17-09-2021


Vertice tra Draghi, Cingolani e Franco: contro l’aumento delle bollette si guarda (anche) al modello spagnolo

Draghi: “Non stiamo rispettando la promessa sul clima”