Massimo Osanna è il nuovo direttore generale dei Musei

Massimo Osanna è il nuovo direttore generale dei Musei. L’annuncio del ministro Franceschini

Massimo Osanna il nuovo direttore generale dei Musei. L’annuncio di Franceschini: “Incarico prestigioso”.

ROMA – Massimo Osanna è il nuovo direttore generale dei Musei. Incarico prestigioso per il dirigente che succede ad Antonio Lampis ed è chiamato a gestire la riparte della cultura italiana dopo la pandemia.

Un ruolo importante con forte proiezione internazionale“, con queste parole, riportate da La Repubblica, il ministro Franceschini ha voluto annunciare l’arrivo a capo della Direzione del Mibact del nuovo direttore generale. “Osanna – ha aggiunto l’esponente dem – ha cambiato il volto di Pompei che, grazie al suo lavoro, è diventato un modello gestionale e un punto di riferimento internazionale. Una storia di riscatto che ci rende orgogliosi. L’esperienza e la professionalità di Osanna serviranno a rinnovare l’intero sistema museale nazionale e traghettarlo nel futuro“.

Il curriculum di Massimo Osanna

Nato a Venosa, Massimo Osanna si è fatto notare per la sua gestione del Parco Archeologico di Pompei. Sei anni trascorsi in uno dei luoghi più belli d’Italia e i risultati sono stati sicuramente positivi.

L’arrivo Franceschini al Mibact è coinciso con la sua nomina a dirigente dei Musei. Un compito sicuramente non semplice vista la pandemia con Osanna che dovrà cercare di rilanciare un settore che ha accusato delle grandi difficoltà in questo periodo.

Dario Franceschini
Dario Franceschini Roma, 10-06-2014 Studi Rai dear David di Donatello 2014 – David di Donatello awards Foto: Stefano Colarieti / Insidefoto

L’Italia riparte

L’Italia è ripartita e con lei i musei. Nonostante le difficoltà a mantenere il distanziamento previsto dalle norme anti-Covid, la cultura in Italia è ripresa nei primi giorni della fase 2 con i risultati che sin dai primi giorni sono stati molto positivi.

La speranza è quella di continuare in questo modo anche nelle prossime settimane con l’obiettivo di tornare ai numeri pre-Covid in poco tempo. Un obiettivo non semplice da raggiungere visto le misure rigide da rispettare. Ma i primi numeri ottenuti sono sicuramente importanti e il futuro sembra essere più roseo.

ultimo aggiornamento: 04-07-2020

X