Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella a I Giorni della Ricerca: “Nessuno di noi è estraneo al dovere di sostenere e di incoraggiare la ricerca”.

In occasione della Celebrazione di I Giorni della Ricerca, il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha parlato dell’emergenza coronavirus e della corsa al vaccino, che quando sarà completata rappresenterà una svolta decisa contro la pandemia.

Come riferito dal Quirinale, nel corso della cerimonia sono intervenuti il Presidente della Fondazione AIRC, Pier Giuseppe Torrani e il Ministro della Salute, Roberto Speranza.

Mattarella a I Giorni della Ricerca: “La ricerca vincerà sul Covid”. Le parole del Presidente della Repubblica

“Questo appuntamento ci conferma quanto importante sia la consapevolezza che nessuno di noi è estraneo al dovere di sostenere e di incoraggiare la ricerca per poterne poi condividere i risultati. La ricerca vincerà sulla pandemia da Covid”, ha dichiarato il Presidente della Repubblica in occasione del suo intervento.

“Le altre patologie non sono finite in lockdown, troppi screening e cure sono rinviati”

Mattarella ha poi parlato delle altre patologie, che non devono essere trascurate o cancellate dal coronavirus.

“Le altre patologie non sono finite in lockdown. Troppi screening e cure sono rinviati per terapie che, come i tumori, non consentono pause e sospensioni”. “Non dimentichiamo che il nemico di tutti è il virus […]. Il Covid sarà sconfitto dalla ricerca di terapie sempre più efficaci, dal vaccino. Dovremo ovviamente aiutarla ed aiutarci con l’efficienza della organizzazione sanitaria, la prevenzione e la precauzione, la solidarietà verso chi ha bisogno di cure”.

Coronavirus, online la nuova autocertificazione

TAG:
coronavirus politica primo piano

ultimo aggiornamento: 26-10-2020


Gualtieri: “Ristori per 350mila aziende”

Le misure economiche del governo contro la crisi coronavirus