Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha parlato della guerra in Ucraina, sottolineando la necessità di fermarla.

La guerra in Ucraina resta l’argomento politicamente più caldo degli ultimi mesi. Anche se l’ingresso imminente della Finlandia e della Svezia nella Nato è il tema più discusso delle ultime settimane, la guerra in Ucraina resta l’argomento più cruciale, a livello politico, economico e sociale. Anche il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha commentato il conflitto in corso, ricordando l’importanza di cercare la pace tra le due parti attualmente in guerra.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Le parole di Mattarella

Se “un Paese più forte e più grande pretende con la violenza delle armi e con la forza di imporre le proprie scelte ad un Paese confinante molto meno grande e molto meno forte, non si possono chiudere gli occhi. Queste le parole di Mattarella in merito al conflitto. Da ciò, stando al presidente della Repubblica italiana, è fondamentale “impegnarsi perché venga ripristinato il diritto internazionale”, in quanto “la libertà non è divisibile, né socialmente né territorialmente, si ottiene pienamente soltanto se ne godono anche gli altri, si realizza insieme a quella degli altri. Non c’è libertà piena se gli altri ne sono privi.

In occasione dell’800esimo avversario dell’Ateneo di Padova, il presidente ha parlato nella città del Veneto, asserendo quanto segue. “Le università sono alla base delle fondamenta dell’Europa, della sua comunanza, della sua integrazione, a partire dall’inizio del millennio precedente, quando nei primi due secoli sono sorti i primi atenei che erano atenei europei. Questo ha creato un tessuto di cultura comune, di valori comuni, che, malgrado le differenze, è rimasto e si è accresciuto nel corso del tempo, resistendo anche all’epoca dei nazionalismi accesi, dei nazionalismi interpretati come contrapposizione tra gli Stati. Quel tessuto culturale comune si è sviluppato ed è quello su cui si basa oggi la convivenza europea e l’idea di integrazione nel nostro Continente”.

Sergio Mattarella
Sergio Mattarella

I valori dell’Europa

Stando a Mattarella, i valori europei sono opposti a quanto si sta verificando al momento in Ucraina. “Tutto questo stride oggi con quello cui assistiamo: un’aggressione nei confronti di un Paese confinante per imporgli le proprie scelte da parte di un Paese più grande e più forte”. Stando al presidente Mattarella, gli eventi attuali fortificano “l’esigenza di tornare ai valori dell’Europa: questo tessuto di valori comuni che attraversa i popoli europei non può essere sacrificato, lacerandosi, di fronte alla prepotenza dell’uso della forza e di imporre con le armi le proprie scelte ad altri”.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

Guerra in Ucraina

ultimo aggiornamento: 19-05-2022


Il piano di Di Maio per portare la pace tra Ucraina e Russia

Conte: “Non siamo qui per creare difficoltà al Governo”